Cronaca

Lotta al covid, "Taglio Pfizer verso il 50%". L'Emilia Romagna "blinda" i richiami

Per il momento in Emilia-Romagna le prenotazioni vanno avanti regolarmente

Il taglio di dosi Pfizer per luglio è al di sopra del 40% e potrebbe arrivare al 50% delle dosi previste. L'Emilia-Romagna non esclude a questo punto di fermare le nuove prenotazioni, ma i richiami non si toccano. "Non mettiamo in discussione mai le seconde dosi", assicura l'assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini. "E' chiaro che la priorità per noi e' sempre quella- aggiunge- dall'inizio della campagna. Certamente da parte delle Regioni c'e' preoccupazione - dice Donini - c'è una evidente fibrillazione sulle proiezioni di forniture di vaccini".

L'interlocuzione col Governo e la struttura commissariale, sottolinea l'assessore regionale e coordinatore di commissione in conferenza delle Regioni, "è continua, anche in queste ore. Speriamo nelle prossime 24-48 ore di avere notizie più confortanti rispetto ad una gestione, che chiediamo sia nazionale, rispetto ad un problema che riguarda tutte le Regioni". La quantificazione del taglio, precisa poi Donini, "è ancora oggetto di riscontri puntuali da parte delle Regioni, comunque è sicuramente superiore al 40% e non è escluso che sia attorno al 50%". In queste ore "si sta facendo ovviamente anche la quantificazione delle scorte e soprattutto della possibilità di impiego dell'ultima fornitura che arriverà negli ultimi giorni di giugno e sarà utilizzabile a luglio".  

Per il momento in Emilia-Romagna le prenotazioni vanno avanti regolarmente, ma se non ci saranno adeguate garanzie sull'arrivo di dosi sufficienti è possibile che vengano interrotte per evitare di dover disdire nelle prossime settimane appuntamenti fissati. "Ovviamente dobbiamo fare tutte le valutazioni- risponde sul punto Donini- La cosa importante è che abbiamo riscontrato nella riunione di ieri che questo è un tema nazionale non riguarda solo l'Emilia-Romagna". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al covid, "Taglio Pfizer verso il 50%". L'Emilia Romagna "blinda" i richiami

ForlìToday è in caricamento