rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Tanto affetto per la Pediatria dell'ospedale di Forlì, il direttore Valletta: "Un segnale di ottimismo e fiducia"

Le settimane appena trascorse hanno visto il moltiplicarsi dei gesti di attenzione e di generosità di tutta la comunità nei confronti dell’infanzia

Le recenti festività, e non solo, hanno portato al reparto di Pediatria dell'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì tanti doni e sorrisi per i piccoli pazienti. "Forse la solidarietà non sta vivendo un momento così difficile come sembra, anche se avvenimenti di diversa provenienza ci indurrebbero a pensare il contrario - esordisce Enrico Valletta, direttore dell'unità operativa di Pediatria -. Dal nostro osservatorio di operatori che lavorano nel servizio pubblico abbiamo colto - con piacere e gratitudine – indiscutibili segnali che ne testimoniano la vitalità e l’ottima salute".

"Le settimane appena trascorse hanno visto, infatti, il moltiplicarsi dei gesti di attenzione e di generosità di tutta la comunità nei confronti dell’infanzia. La stampa locale ne ha dato ampio e doveroso risalto e la Pediatria del nostro ospedale ha servito come punto di riferimento per iniziative che erano sì rivolte ai bambini ricoverati, ma che nei fatti erano inclusive di tutto il mondo dell’infanzia - prosegue Valletta -. Anche questo mondo sembra attraversare un momento difficile: situazioni di disagio e sofferenza per chi viene da lontano, genitori alle prese con le incertezze del quotidiano, adolescenti in difficoltà o alla ricerca di più solidi punti di riferimento".

"Probabilmente la comunità avverte la necessità di stringere le maglie della rete attorno ai più deboli con azioni concrete che abbiamo visto provenire dalle istituzioni pubbliche (l’amministrazione comunale, le Forze Armate e di Polizia) così come dalle libere associazioni di cittadini, dal volontariato, dai Quartieri e dalle Parrocchie - conclude -. Ciascuno di loro ha spontaneamente donato qualcosa, spesso molto, affidandocelo perché lo facessimo pervenire o lo rendessimo disponibile per chi ne avesse bisogno. Possiamo garantire che così sarà e siamo grati della fiducia che ci è stata accordata come portatori di un messaggio di vicinanza, di solidarietà e - perché no? - anche di ottimismo per il futuro".


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tanto affetto per la Pediatria dell'ospedale di Forlì, il direttore Valletta: "Un segnale di ottimismo e fiducia"

ForlìToday è in caricamento