Tariffa zero per pannolini e pannoloni, l'annuncio di Drei: "Il Comune si farà carico dei costi"

Lo ha annunciato in Consiglio comunale il sindaco Davide Drei in occasione della presentazione e del dibattito sul documento unico di programmazione ed il bilancio di previsione 2019-2021

La tariffa relativa al conferimento di pannolini e pannoloni nel 2019 sarà a carico del Comune di Forlì. Lo ha annunciato in Consiglio comunale il sindaco Davide Drei in occasione della presentazione e del dibattito sul documento unico di programmazione ed il bilancio di previsione 2019-2021. "Abbiamo fatto una serie di previsioni e la valutazione sui costi per l'anno 2019 è stimata in 150mila euro, che saranno assorbiti attraverso il fondo delle risorse accantonate con l'attività di recupero di evasione Tari - spiega il sindaco Drei -. Abbiamo deciso di non pesare sulle famiglie e sostenere l'implementazione di uno dei progetti più importanti (la società in house per la raccolta rifiuti, ndr) che abbiamo nella nostra comunità". Il conferimento di pannolini e pannolini rientra tra "i costi di cura", ha spiegato Drei e sono quindi "una funzione di sostegno da allargare all'interno delle politiche sociali".

In una nota scrive il Gruppo consiliare del Partito democratico: " Accogliamo con soddisfazione l'annuncio che il Sindaco Davide Drei ha formulato in Consiglio Comunale durante la presentazione del bilancio previsionale 2019-2021. Rispondendo positivamente alla richiesta avanzata nei giorni scorsi dal nostro capogruppo, Valentina Ancarani,  il Comune si farà carico del costo del servizio per la raccolta porta a porta dei pannolini/oni. Un atto di solidarietà verso le categorie più fragili, sui cui non graveranno costi aggiuntivi".

"Accogliamo con soddisfazione l’annuncio del sindaco Drei di superare la cosiddetta ‘tariffa solidale’ e rendere interamente a carico del Comune il costo del servizio” - afferma anche il capogruppo di Forza Italia, Fabrizio Ragni -. Abbiamo sostenuto da mesi e lo abbiamo ripetuto in ogni sede pubblica e istituzionale che sarebbe stata un’ingiustizia imperdonabile gravare soggetti deboli della nostra comunità come le neomamme ed i familiari degli anziani non autonomi  di una “tassa” odiosa e vessatoria, visto che sarebbe incongruente sottrarre risorse agli stessi soggetti che concorrono alla natalità ed al sostegno delle ‘terza età’. Dunque, adesso possiamo senza enfasi dirci promotori di questo risultato a favore dei nostri concittadini e un atto di buon senso del sindaco aver accolto la nostra proposta, esonerandosi così da una prevedibile ondata di indignazione popolare che lo avrebbe sommerso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tuffo in mare si trasforma in tragedia: giovane muore sotto gli occhi degli amici

  • Viene da Malta, ufficializzata la prima compagnia aerea con un aereo con base al "Ridolfi"

  • Coronavirus, tre nuovi tamponi positivi. Un'infermiera colpita per la seconda volta dal virus

  • "Vuole ucciderla", i Carabinieri corrono subito. Picchiava la compagna davanti alla figlioletta, arrestato

  • "Picchiato con calci e pugni": paura sotto la torre dell'orologio, 23enne ferito

  • Apre un nuovo bar-ristorantino a due passi dal Duomo: "Scommetto sul centro, è l'ora del coraggio"

Torna su
ForlìToday è in caricamento