menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tavolo verde per la semplificazione amministrativa in agricoltura

Si è recentemente riunito nella sede del servizio Agricoltura della Provincia di Forlì-Cesena il Tavolo Verde, che comprende le organizzazioni agricole, le centrali cooperative, la Camera di commercio e le comunità montane

Si è recentemente riunito nella sede del servizio Agricoltura della Provincia di Forlì-Cesena il Tavolo Verde - che comprende le organizzazioni agricole, le centrali cooperative, la Camera di commercio e le comunità montane - per avviare il programma, promosso dalla giunta, di verifica e semplificazione delle procedure amministrative che riguardano le imprese agricole.
 
Illustrano gli obiettivi il presidente della Provincia Massimo Bulbi e l’assessore all’Agricoltura Gian Luca Bagnara: “Si tratta del secondo esempio di lavoro di semplificazione in agricoltura in Europa attivato da una pubblica amministrazione dopo il ministero dell’Agricoltura inglese. L’obiettivo strategico è di concentrare la gestione delle procedure amministrative, che insistono sull’impresa, sempre più sui centri di assistenza agricola, specializzando così l’amministrazione pubblica nel ruolo di certificatore-controllore e di sviluppo sul territorio. L'amministrazione pubblica deve passare da una focalizzazione sui processi amministrativi ad una maggiore attenzione ai risultati. Particolare attenzione sulle procedure dei controlli deve essere posta quando molteplici amministrazioni   interagiscono per il rispetto   stessa norma. Il sistema agroalimentare deve essere liberato dai fardelli non necessari di burocrazie e messo in grado di competere con una produzione sostenibile, cioè sicura per gli aspetti sanitari, rispettosa dell’ambiente e del benessere animale”.
 
Gli obiettivi specifici che si è posto il Tavolo Verde sono quelli di ridurre il costo amministrativo e burocratico facendo dialogare le diverse amministrazioni tra loro e sviluppando una cultura del partenariato pubblico-privato. Inoltre, è importante collegare maggiormente le politiche della Commissione Europea con le strategie sul territorio locale, credere nella responsabilità sociale delle imprese e attivare sul territorio i principi comunitari prima delle procedure dei diversi livelli amministrativi che si frappongono fra l’impresa e l’Europa.
 

Il Tavolo Verde si è posto due azioni: entro ottobre di quest’anno selezionare le procedure amministrative da valutare e modificare che impattano sull’impresa agricola. L’individuazione delle procedure sarà separata, sia da parte degli uffici dell’assessorato all’Agricoltura della Provincia, sia  dal   Tavolo Verde, per individuare gli iter da migliorare sia per i tempi sia per i costi. Una volta stilato l’elenco delle procedure identificate, si renderà necessaria l’organizzazione di un gruppo di lavoro comune fra assessorato Agricoltura, Tavolo Verde ed altri enti di competenza per analizzare ciascuna procedura identificata. I lavori prevedono un relatore tecnico esperto della singola procedura, per illustrarne i contenuti, e un gruppo di tecnici per migliorarne la funzionalità e costi. Entro aprile 2012 si punta a realizzare una proposta di semplificazione articolata per ciascuna procedura o atto da adottare nell’assessorato (se di competenza) o nella Provincia o da proporre agli enti di riferimento competenti (Comuni, Asl, Arpa, Regione, Ministero, etc.).
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento