rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cultura per tutti

Teatro "visibile" per i non vedenti: il Centro Diego Fabbri sbarca a Milano con il progetto di audiodescrizione

Oggi l'audiodescrizione è il solo strumento che permette a persone con disabilità visiva di accedere a pièce teatrali, film, serie tv, mostre e spettacoli dal vivo

Il Centro Diego Fabbri di Forlì domenica ha portato il suo progetto “Teatro No Limits” al Teatro Carcano di Milano. Si tratta di un progetto unico in Italia, di audiodescrizione di spettacoli teatrali per il pubblico cieco e ipovedente, nella città meneghina, in occasione della piéce “L'attesa” con Anna Foglietta e Paola Minaccioni. Il progetto nato nel 2010, con l’audiodescrizione al Teatro Diego Fabbri, dello spettacolo “Processo a Gesù” - rende accessibile la cultura alle persone con disabilità visiva contando su una stagione nazionale che in questa stagione audiodescriverà oltre 50 spettacoli.

Per la prima volta il progetto sbarca a Milano, al Carcano, un teatro storico del capoluogo lombardo, inaugurato nel 1803, che è a tutt'oggi una delle più grandi sale della città, e che ospita spettacoli di prosa, danza e musica, oltre che a diversi incontri culturali. Domenica scorsa un folto gruppo di non vedenti e ipovedenti ha aderito al progetto assistendo allo spettacolo, grazie anche alla collaborazione della Fondazione Istituto Dei Ciechi di Milano , dell'Unione Italiana Ciechi Sezione milanese e il sostegno della Fondazione Cariplo.  Al termine della rappresentazione gli utenti hanno commentato positivamente il servizio, complimentandosi con lo staff del Centro e con l'augurio di riavere al più presto spettacoli accessibili. "E' stato fatto veramente un ottimo lavoro spero di poter essere presente ad altri eventi teatrali con le vostre audiodescrizioni", sono state le parole del non vedente Gianluca Russo.

“Si tratta - osserva il direttore del Centro Diego Fabbri, Paolo De Lorenzi - di una nuova importante tappa che offre alla nostra istituzione l'occasione di promuovere in una città importante quale Milano un progetto di piena accessibilità, promozione e diffusione della cultura, diffondere il nome del nostro illustre concittadino e quello della nostra Forlì, città universitaria, di arte, cultura e  sport. Questa è una prima tappa che rappresenta sicuramente l'occasione per continuare a far crescere questo progetto anche in Lombardia, aumentando sempre più il numero di eventi culturali e teatrali inclusivi ed accessibili alle persone con disabilità sensoriali” e dare vita ad una rete di collaborazioni importanti.

Il progetto Teatro No Limits rende “visibili” tramite l'audiodescrizione scene, costumi e movimenti degli attori, cioè quei particolari silenziosi che permettono al pubblico con disabilità visiva di assistere pienamente allo spettacolo.  Il servizio viene effettuato dotando il pubblico non vedente e ipovedente di cuffie wireless, collegate alla sala di regia. Da qui una voce narrante accompagna gli utenti lungo lo sviluppo narrativo dello spettacolo, inserendosi nelle pause della recitazione. Il testo dell'audiodescrizione si integra con il copione teatrale, senza mai sovrapporsi ai dialoghi e alla colonna sonora. Questo è possibile grazie alla lettura in tempo reale, che crea una sinergia perfetta con lo spettacolo. Il lungo lavoro di scrittura che precede la rappresentazione prende così vita per restituire la magia e l'emozione del teatro. Oggi l'audiodescrizione è il solo strumento che permette a persone con disabilità visiva di accedere a pièce teatrali, film, serie tv, mostre e spettacoli dal vivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro "visibile" per i non vedenti: il Centro Diego Fabbri sbarca a Milano con il progetto di audiodescrizione

ForlìToday è in caricamento