menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Telethon, anche nel Forlivese si possono trovare i cuori di biscotto per sostenere la ricerca scientifica

Il coordinamento provinciale di Forlì-Cesena presta molta attenzione alla situazione della pandemia Covid-19 e rinuncia al contatto diretto con i classici banchetti per indirizzare le persone verso punti che garantiscono la totale sicurezza

Il sostegno alla ricerca scientifica non si ferma. E’ partita la campagna di primavera Telethon – Uildm per raccogliere fondi per la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare e, in particolare, sulle Distrofie muscolari.  Sarà possibile sostenere la ricerca Telethon con i Cuori di biscotto: prodotti dalla storica pasticceria genovese Grondona, si tratta di un prodotto rappresentativo di Fondazione Telethon da ormai sei anni. Per assicurare la massima sicurezza ai donatori ed ai volontari, il coordinamento Telethon per la provincia di Forlì-Cesena, diretto da Roberta Bevoni, ha sospeso i classici banchetti con i volontari nelle piazze e nei supermercati per affidarsi a modalità sicure.

E' infatti possibile acquistare i cuori di biscotto in due modalità sicure: all'interno di esercizi commerciali che già nella ordinaria attività osservano i protocolli di sicurezza o ail Bar Latteria Cerchia, in via Cerchia 42/A; oppure con consegna a domicilio ordinando i cuori attraverso la pagina Facebook del coordinamento provinciale https://www.facebook.com/telethon.romagna inviando un messaggio per concordare la consegna a domicilio in sicurezza e senza costi aggiuntivi. E possibile anche concordare la consegna direttamente al domicilio della persona a cui si desidera inviare i cuori come regalo.

Il servizio è gratuito e si effettua nei comuni di Forlì, Meldola e Castrocaro. In alternativa si può inviare un messaggio al numero del Coordinamento 340 1854128 per essere richiamati e concordare le consegne.  Anche quest'anno la Campagna di primavera "Io per lei" della Fondazione è dedicata alle mamme, da sempre al centro della missione di Telethon, nata trent'anni fa proprio dall'appello di un gruppo di mamme della Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (Uildm). La campagna è un racconto corale che mette le mamme "rare" e il loro impegno al centro, chiedendo a tutti di attivarsi per un grande obiettivo comune: la lotta alle malattie genetiche rare. Si tratta di un invito alla mobilitazione collettiva: scegliere di sostenere la ricerca scientifica di Fondazione Telethon con i Cuori di biscotto vuol dire compiere un atto di vera solidarietà verso le mamme di bambini con una malattia genetica rara. Una scelta d'amore e una risposta di partecipazione concreta per un grande obiettivo comune: supportare la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare.

"Fondazione Telethon è da oltre trent'anni al fianco di chi vive con una malattia genetica rara e di tutte le famiglie, attraverso una ricerca scientifica di eccellenza che ha permesso di trovare risposte concrete in termini di cure e terapie per patologie complesse. In questi anni tutto ciò è stato possibile grazie al supporto degli italiani che, con le donazioni, ci hanno permesso e ci consentono ancora oggi di continuare a tenere fede al nostro impegno verso i pazienti e i loro genitori. La Festa della Mamma è una ricorrenza simbolica in cui ognuno di noi rivolge un pensiero a tutte quelle donne che nelle nostre vite rappresentano un punto fermo, armate sempre di fiducia in un futuro migliore - commenta Francesca Pasinelli, direttore generale di Fondazione Telethon -. La necessità di sempre maggiore attenzione alla ricerca scientifica, inoltre, oggi più che mai è stata evidenziata dalla pandemia: per il Covid-19 infatti, così come per le malattie genetiche rare, solo la ricerca scientifica è in grado di trovare risposte concrete e soluzioni in grado di cambiare concretamente le vite di tutti noi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento