menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Teme i ladri in casa e porta con sé seimila euro: rapinato dopo pedinamento

Due uomini di 40 e 48 anni, di origine calabrese ma residenti rispettivamente in provincia di Parma e Reggio Emilia, sono stati arrestati dai Carabinieri di Forlì con l'accusa di tentata rapina aggravata

Due uomini di 40 e 48 anni, di origine calabrese ma residenti rispettivamente in provincia di Parma e Reggio Emilia, sono stati arrestati dai Carabinieri di Forlì con l'accusa di tentata rapina aggravata. Era da poco passata l'una della scorsa notte quando i militari, durante un apposito servizio di controllo del territorio, hanno notato una Fiat Brava con due uomini all'interno parcheggiata nei pressi di un circolo privato del centro storico di Forlì, dove vi erano persone intente a giocare a carte.

Il loro atteggiamento è subito risultato sospetto agli occhi dei Carabinieri, visto che avevano fatto più volte avanti e indietro. Poi, dopo tanta esitazione, si sono decisi ad entrare. Usciti dal circolo dopo circa un'ora, il loro atteggiamento si è fatto ancora meno lineare. Infatti i due, anziché ripartire, sono rimasti nuovamente nei pressi del circolo, salendo in macchina verso le tre e solo dopo aver visto uscire dal locale un anziano signore, a sua volta ripartito verso casa a bordo della propria auto.

Con fare circospetto e guardandosi spesso attorno, i due calabresi  hanno pedinato l’anziano fino sotto l’abitazione di Faenza dove, approfittando del lasso di tempo utilizzato per parcheggiare l'auto, si sono organizzati per circondarlo ed imbavagliarlo utilizzando un coprisedile al fine di rapinarlo del denaro che aveva con se.

L’azione è stata immediatamente neutralizzata dall’intervento dei militari che hanno messo in fuga i due malintenzionati, riuscendo a raggiungerli e bloccarli dopo un’estenuante corsa a piedi. Dalla perquisizione personale e veicolare non sono state trovate armi. La vittima ha poi spiegato agli inquirenti che l’ingente somma di denaro, circa seimila euro, "erano i soldi che aveva portato con sé, trovandosi solo in casa, a titolo cautelativo per evitare eventuali furti dall’abitazione durante la sua assenza". Gli arrestati sono stati associati presso la Casa Circondariale di Ravenna a disposizione del giudice.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Come eliminare l'odore di fumo in casa: ecco i consigli

Attualità

"Non più soli", quattro posti alla Misericordia di Rocca San Casciano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento