rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca

Meteo, arriva il temporale e il cielo diventa spettrale: "Particelle di sabbia desertica in quota"

E' arrivata nel primo pomeriggio di mercoledì una perturbazione proveniente dal Mediterraneo occidentale. Lo scontro tra una massa d'aria mite ed umida nei bassi strati con quella più fresca in arrivo dall'Atlantico ha innescato il temporale

Dal giorno alla notte in pochi minuti. Fulmini e tuoni. Ed un forte acquazzone. Qualcuno avrà temuto all'arrivo di una "bomba d'acqua". Ma fortunatamente si è trattato semplicemente di un temporale fuori stagione. Scherzi della natura, o meglio del "non inverno". "E' stato indubbiamente un passaggio temporalesco di stampo primaverile, anche perchè le temperature nei bassi strati sono oggettivamente tutto fuorchè invernali", afferma Pierluigi Randi, meteorologo-previsore di MeteoCenter.it/Meteoromagna.com.

"Una debole saccatura in quota sta transitando in queste ore associata ad aria un poco più fresca, la quale contrastando con l’aria molto mite preesistente ha originato una linea temporalesca che dal comparto appenninico si è mossa verso nord-est andando ad interessare anche le zone di pianura e la costa", ha aggiunto Randi, illustrando il transito del fronte perturbato.

A sorprendere i forlivesi l’aspetto spettrale del cielo subito prima dell’arrivo dei rovesci. ''Sono tre le cause - esordisce il meteorologo -. La prima che a base delle nubi cumuliformi che è naturalmente molto scura. La seconda la presenza di uno strato di nebbia alta (dovuto ad inversione termica) prima dell’arrivo del fronte temporalesco che ha determinato una notevole diffusione dell’oscurità. Ed infine la presenza in sospensione nell’atmosfera di una notevole quantità di particelle di sabbia desertica, arrivata in seno all’afflusso di aria calda da sud nelle ultime 48 ore; tale sospensione ha conferito una sinistra tonalità giallastra all’oscurità".

"Tutto questo può apparire “pauroso” ma in realtà è un effetto ottico dovuto alle particolari condizioni presenti in loco, ed il temporale era di intensità del tutto normale - conclude l'esperto meteo -. Certamente è anomalo avere con tanta continuità temperature elevate (che favoriscono l’attività temporalesca) ed un afflusso di aria sahariana così sostenuto, cosa che è più comune in primavera allorquando le invasioni di aria subtropicale africana si fanno più frequenti. Ma anche questo è un aspetto del non inverno 2013-2014".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meteo, arriva il temporale e il cielo diventa spettrale: "Particelle di sabbia desertica in quota"

ForlìToday è in caricamento