Cronaca

Oltre 80 millimetri di pioggia nel Forlivese: case e strade finiscono sott'acqua

Gli impulsi perturbati hanno trovato vita nella tarda serata di mercoledì sul mite Adriatico, puntando poi la pianura prima e l'entroterra poi

Foto di Gianmarco, la situazione in mattinata a Carpinello

Notte insonne per i forlivesi. Lampi e saette hanno fatto sentire la loro voce. Come annunciato dalla Protezione Civile attraverso un'allerta meteo "gialla", nella nottata tra mercoledì e giovedì si sono sviluppati una serie di temporali associati ad un minimo depressionario in transito sul Tirreno. Gli impulsi perturbati hanno trovato vita nella tarda serata di mercoledì sul mite Adriatico, puntando la pianura prima e l'entroterra poi. Spiega il tecnico meteorologo di Emilia Romagna Meteo, Pierluigi Randi: "Si è trattato di un MCS (mesoscale convecrtive system) innescatosi sulla convergenza di basso livello tra venti da nord-est in arrivo dal Veneto e mare, e da nord-ovest attivi in Romagna, il tutto sulla curvatura ciclonica in quota derivata dal cut-off in viaggio verso il centro-sud. Anche il mare insolitamente caldo ha contribuito a far affluire aria molto umida ed alquanto calda nel sistema attraverso il flusso da nord-est".

Tanta acqua in poche ore

La fascia più colpita è stata quella pianeggiante, in particolare la zona nord della città, già sferzata mercoledì pomeriggio da un altro nubifragio. Questi i dati associati alla rete amatoriale di Emilia Romagna Meteo alle 10.45: Forlì Aeroporto 40,9 millimetri, Forlì 65 millimetri, San Leonardo 54,6 millimetri, Forlì Sud-est 22,8 millimetri, Villafranca 84,6 millimetri e San Pietro in Trento 80,6 millimetri. La stazione meteo dell'Arpae di Forlì urbana ha registrato 42 millimetri di pioggia, ai quali si aggiungono i 25 di mercoledì pomeriggio. Al confine col Ravennate, a Coccolia, sono caduti 119,4 millimetri.

MALTEMPO NEL FORLIVESE: SI GONFIANO I FOSSI, IL VIDEO

Allagamenti

I Vigili del Fuoco sono stati impegnati in una quindicina di interventi per allagamenti, non solo in strade, ma anche in abitazioni. La forte intensità della precipitazione ha mandato temporaneamente in tilt le fognature delle zone pìù colpite, con alcune strade che si sono trasformate in corsi d'acqua. Problemi nella notte in Tangenziale in corrispondenza del cavalcavia della Cervese, dove ha operato il personale dell'Anas. Sempre nella zona, in via Zignola un'auto, è finita sott'acqua. Il livello dell'acqua non scendeva perchè i tombini non riuscivano ad assorbire tutta la pioggia caduta, richiedendo così l'intervento del personale del 115 del comando provinciale di viale Roma.

IL VIDEO DI UN LETTORE: LA SITUAZIONE IN VIA MINARDA

Problemi anche in via Minarda, in via Sedici Novembre e all'altezza del casello autostradale. In via Borgo Sisa è invece caduto un albero. L'arteria è stata liberata in tempi rapidi. A presidiare le varie zone il personale della Polizia Municipale dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese. A causa della pioggia caduta nelle ultime ore i canali di scolo non sono riusciti a smaltire la notevole quantità di acqua, con il conseguente allagamento dei campi (nella zona San Tomè e Roncadello, in via Minarda, e a Pieve Acquedotto, in via Navicella).

La tendenza

Fortunatamente i fenomeni non sono stati accompagnati da raffiche di vento, ma da tantissime fulminanzioni. Meno intense le precipitazioni sull'entroterra. Nelle prossime ore si assisterà ad un'attenuazione dei fenomeni. Successivamente la rimonta di un campo di alta pressione garantirà condizioni di tempo stabile e soleggiato fino a domenica, con temperature massime tra 26 e 29°C. Successivamente, informa Arpae, ci sarà "una situazione di variabilità con bel tempo nelle ore mattutine e possibilità di addensamenti cumuliformi più probabili sui rilievi nel pomeriggio. Possibili rovesci sparsi nelle ore pomeridiane. Le temperature saranno stazionarie, poi in aumento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 80 millimetri di pioggia nel Forlivese: case e strade finiscono sott'acqua

ForlìToday è in caricamento