rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca

Forti tensioni a scuola, genitori preoccupati: "Clima pesante, i bambini hanno ansia: fare chiarezza"

"Per noi genitori, pur essendo estranei, come giusto che sia,  alle vicende che riguardano direttamente insegnanti, sindacati e dirigente, è ormai chiaro che è venuta a mancare la serenità "

“Esprimiamo una forte preoccupazione per quel che sarà del nostro istituto comprensivo e dei nostri bambini che lo frequentano o inizieranno a frequentarlo a partire dal prossimo anno. Per noi genitori, pur essendo estranei, come giusto che sia,  alle vicende che riguardano direttamente insegnanti, sindacati e dirigente, è ormai chiaro che è venuta a mancare la serenità e lo spirito di collaborazione che sono alla base di qualsiasi rapporto”: la preoccupazione prende sempre più corpo nelle frazioni di Villafranca, San Martino in Villafranca e Roncadello, dove si trovano due scuole materne, due elementari e una scuola media afferenti all'istituto comprensivo 9 “Beatrice Portinari”.

Nella scuola ci sono forti tensioni, come viene indicato dagli stessi sindacati, in particolare tra corpo docente e personale amministrativo e tecnico da una parte e la dirigente dall'altro. Scrivono sempre i genitori: “Ci è giunta notizia che alcuni insegnanti hanno chiesto il trasferimento a partire dall’anno prossimo e altri si sono dimessi dai ruoli che ricoprivano all’interno dell’istituto.
Il clima che si respira nelle nostre scuole non è più quello di un tempo. E a rimetterci sono purtroppo i nostri bambini che cominciano ad accusare stress e ansia e, in alcuni casi, a non volere più andare a scuola”.

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

E prosegue la missiva dei genitori: “Fino a quest’anno scolastico non c’è mai stato nulla che potesse farci ipotizzare tensione e malcontento. Nel mese di marzo per la prima volta nella storia del nostro Istituto si sono verificate due assemblee sindacali a distanza di pochi giorni l’una dall’altra. Purtroppo, come sempre succede sono i bambini a rimetterci che subiscono direttamente e indirettamente, per il clima che si respira, queste tensioni. Chiediamo che si faccia chiarezza e pretendiamo risposte e soluzioni in tempi brevi”.

La gravità e la delicatezza dello scontro in atto nel personale scolastico viene confermato anche dai sindacati. Dice in particolare Pierfrancesco Minnucci, segretario generale del sindacato Flc-Cgil, che segue il mondo della scuola: “E' una situazione complessa che sta richiedendo azioni di tutela dei lavoratori e delle lavoratrici sia a livello collettivo che a livello individuale, senza alcun intento persecutorio nei confronti di nessuno”. E continua in risposta ai genitori: “Siamo consapevoli che che restituendo la serenità ai lavoratori ne consegue il benessere dei bambini”. Dalla Flc-Cgil si conferma poi che tra gli insegnanti c'è chi ha chiesto il trasferimento mentre, come atto immediato, sono stati rimessi gli incarichi aggiuntivi.  Si tratta di incarichi retribuiti extra ad alcuni insegnanti che coadiuvano la dirigente nelle funzioni direttive, come per esempio il “referente di plesso”.

Minnucci spiega infine che “c'è un'interlocuzione in corso con l'amministrazione scolastica, che è l'Ufficio Scolastico Provinciale”. Tuttavia, prosegue, “la situazione è uscita dal perimetro locale, rendendo necessario coinvolgere un'amministrazione superiore, che è l'Ufficio Scolastico Regionale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forti tensioni a scuola, genitori preoccupati: "Clima pesante, i bambini hanno ansia: fare chiarezza"

ForlìToday è in caricamento