Cronaca

Tenta il furto in un chiosco di piadina, testimone allerta il 113. Il ladro arrestato dopo aver aggredito i poliziotti

All’indomani è stato processato per direttissima: il Giudice del Tribunale di Forlì ha parzialmente accolto le richieste della Procura

Rapina e resistenza a pubblico ufficiale. Con queste accuse gli agenti delle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Forlì-Cesena hanno arrestato un venticinquenne rumeno. L’intervento della Polizia di Stato è nato dalla segnalazione di una ragazza che, rientrando a casa, ha assistito al tentativo dell’uomo di introdursi all’interno di un chiosco di piadina, colpendo ripetutamente la porta a spallate. La testimone ha avvisato di quanto stava accadendo la centrale operativa della Polizia, che ha inviato sul posto due volanti che hanno sorpreso l’individuo mentre ancora era intento nella sua azione illecita, ma senza riuscirci.

Una volta bloccato, ha reagito contro gli agenti colpendoli e spingendoli con l’intenzione di dileguarsi, ma invano.  E’ stato bloccato e portato in Questura per le successive attività relative all’arresto. All’indomani è stato processato per direttissima: il Giudice del Tribunale di Forlì ha parzialmente accolto le richieste della Procura, convalidando l’arresto e disponendo la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria due volte la settimana. Gli agenti sono rimasti illesi. Il processo si concluderà tra qualche settimana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta il furto in un chiosco di piadina, testimone allerta il 113. Il ladro arrestato dopo aver aggredito i poliziotti
ForlìToday è in caricamento