Tentata rapina ai danni di un'anziana per pagarsi la "coca". Il 17enne ora è in comunità

Il ragazzo è stato collocato in una comunità terapeutica, con l’obbligo di rimanervi e seguire un adeguato programma di recupero

Gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Forlì, diretti dal dirigente Stefano Santandrea, hanno notificato un provvedimento di natura cautelare al minorenne ritenuto responsabile della tentata rapina in via Ribolle di qualche giorno fa. Il provvedimento limitativo della libertà personale è stato disposto dal gip del Tribunale per i minorenni di Bologna Anna Filocamo, su richiesta del pubblico ministero Emiliano Arcelli, che ha condiviso in pieno le concrete e precise risultanze investigative prodotte dagli investigatori.

Gli uomini della Questura di Corso Garibaldi in breve tempo hanno ricostruito il caso in esame, nonostante le difficoltà derivanti dall’iniziale mancanza della denuncia della vittima, che non era stata rintracciata nell’immediatezza. Paradossalmente, i poliziotti identificarono prima l’autore della vittima, che si presentò in Questura solo dopo aver accolto l’appello sugli organi di informazione lanciato dagli investigatori. Il ragazzo è stato collocato in una comunità terapeutica, con l’obbligo di rimanervi e seguire un adeguato programma di recupero.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Un forlivese taglia il traguardo dell'Ironman 2019 tra i primi cinque

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

Torna su
ForlìToday è in caricamento