menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da Rimini a Forlì per rubare, il seriale delle macchine edili tradito dalle sue tracce

Tradito dalle sue tracce. Un 40enne di Vibo Valentia, residenti a Rimini è stato arrestato mercoledì scorso dagli agenti della Squadra Mobile di Forlì, diretti dal dirigente Claudio Cagnini

Tradito dalle sue tracce. Un 40enne di Vibo Valentia, residenti a Rimini è stato arrestato mercoledì scorso dagli agenti della Squadra Mobile di Forlì, diretti dal dirigente Claudio Cagnini, coadiuvati dai colleghi del capoluogo rivierasco, in esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare richiesta dal pubblico ministero Marilù Gattelli e firmata dal giudice per le indagini preliminari Luisa Del Bianco per tentato furto aggravato nelle pertinenze di un'abitazione.

L'uomo è un seriale dei furti di attrezzi da lavoro e macchine operatrici destinate al "mercato nero" dell'Est Europa. I Carabinieri di Santarcangelo lo avevano arrestato per la ricettazione di un bobcat rubato in un cantiere a Savignano. E per questo motivo si trovava agli arresti domiciliari. Nei primi giorni di febbraio la sortita a Forlì, dove aveva tentato di rubare un autocarro "Mercedes" dal piazzale di un'azienda del settore dell'edilizia in via Maglianella.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il 40enne aveva forzato la serratura del mezzo. Dopodichè aveva smontato il ricevitore satellitare e il blocca sterzo. Ma qualcosa andò storto. E l'uomo rinunciò al furto. Tuttavia nel corso dei rilievi di legge sono emerse delle chiare tracce del ladro, in punti dove solo lui aveva potuto maneggiare. Prove che hanno portato gli inquirenti ad assicurarlo alla giustizia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento