menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terra del Sole, l'acquazzone danneggia il ponte provvisorio del parco fluviale. Il sindaco: "Sarà ripristinato"

Spiega il sindaco: "Sapevamo chiaramente che una fiumana avrebbe dilavato il ghiaino, tuttavia confidavamo in un clima più mite della pioggia di questa settimana"

Era stata appena ultimata la costruzione. Una struttura che avrebbe sostituito temporaneamente il vecchio ponte del Parco fluviale sul Montone, nella zona di Terra del Sole, compromesso dall'ultima piena. La pioggia caduta copiosa martedì ha dilavato il guado ripristinato con i tubi. "Come già spiegato più volte, il ripristino mediante tubi è assolutamente provvisorio - tiene a precisare il sindaco Marianna Tonellato con un post su Facebook -; tuttavia, abbiamo perseguito questa ipotesi per dare una risposta temporanea e permettere comunque il guado fino al mese di luglio, quando quello definitivo sarà completato. L'alternativa sarebbe stato il nulla".

Prosegue il sindaco: "Sapevamo chiaramente che una fiumana avrebbe dilavato il ghiaino, tuttavia confidavamo in un clima più mite della pioggia di questa settimana. Il guado verrà comunque ripristinato non appena il meteo lo consentirà. E si continuerà al ripristino provvisorio fino a completamento del guado". Sulla questione è intervenuto il naturalista Fidenzio Laghi: "Da anni dico, anche attraverso i media, che occorre un vero ponte simile a quello esistente dietro il campo sportivo, ma si continua a spendere soldi per un ponte molto basso che raccoglie la legna  che viene dal fiume in particolare con le piene formando una diga di legna che poi è da togliere con spreco di soldi pubblici ed altra manutenzione e l'ultima piena ha addirittura demolito il vecchio ponte".

Tonellato chiarisce il perchè non è stato realizzato un fonte definitivo: "Un progetto siffatto avrebbe comportato un notevole aggravio in termini non solo di spesa (circa il doppio), ma soprattutto di tempo; per la presenza di un parere della Soprintendenza che avrebbe allungato oltremodo il risultato finale; insomma, non avremmo avuto un ponte a luglio ma, bene che fosse andato, il prossimo anno. A volte amministrare vuol dire prendere non la via più giusta, ma quella più facile in termini di costi/benefici".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento