menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terra del Sole, una moschea sotto l'armeria? "Siamo preoccupati"

E' notizia di questi giorni che nei magazzini sottostanti l'armeria di Terra del Sole in Via Sacco e Vanzetti si starebbe freneticamente lavorando per l'apertura di un centro culturale islamico.

E' notizia di questi giorni che nei magazzini sottostanti l'armeria di Terra del Sole in Via Sacco e Vanzetti si starebbe freneticamente lavorando per l'apertura di un centro culturale islamico. Una iniziativa privata che sta allarmando numerosi residenti e che ha suscitato la preoccupazione della sezione locale della Lega Nord Romagna, come confermano le parole del segretario Alessandro Ferrini: “Rispetto la religione e la cultura altrui, però trovo quantomeno inopportuno che sotto un'armeria si apra un locale pubblico frequentato da numerose persone provenienti anche dai comuni circostanti".

"Abbiamo ricevuto in questi giorni le segnalazioni di molti cittadini sconcertati che hanno notato il continuo movimento intorno al futuro centro islamico: mi auguro che esistano norme precise per impedire, in presenza di un negozio di armi, la realizzazione di una attività che di certo non garantisce il controllo sul numero e la provenienza dei frequentatori. Servirà pure un'autorizzazione del Prefetto?”.


Le perplessità della segreteria locale del Carroccio si basano sul timore che "questa particolare situazione aggravi le condizioni di insicurezza che già minacciano il territorio forlivese". "Visti i recenti fatti di cronaca che hanno riguardato anche il nostro paese” continua Ferrini “siamo preoccupati per i rischi che questa presenza potrebbe comportare. Sappiamo che le forze dell'ordine ce la mettono tutta, ma pensiamo che l'apertura del centro islamico complicherebbe ulteriormente i loro sforzi volti alla sicurezza comune.” Le preoccupazioni della Lega Nord, infine, non tralasciano il prossimo futuro: “Sappiamo che la sinistra accetta e incoraggia questo genere di cose, ma abbiamo già avuto tanti esempi in Italia di come questi circoli culturali per mussulmani rappresentino solo il primo passo verso la realizzazione di qualcosa di maggior impatto e invadenza. Noi riteniamo invece in modo assoluto che il nostro piccolo Comune turistico, per caratteristiche, esigenze e tradizione, non sia adatto ad ospitare  una moschea comprensoriale.”        

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento