menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa del 2 giugno, c'è chi la vuole fare: "Viva l'Italia"

Nell'ondata di polemiche che stanno investendo i festeggiamenti del 2 giugno, c'è chi invece la manifestazione la vuole fare al grido "Viva l'Italia"

Nell'ondata di polemiche che stanno investendo i festeggiamenti del 2 giugno, di cui si chiede la sospensione anche per recuperare risorse da destinare ai terremotati dell'Emilia, c'è chi invece la manifestazione la vuole fare al grido “Viva l'Italia”.

Si tratta di Annalisa Sangiovanni, Coordinatore provinciale Futuro e Libertà Forlì-Cesena: “Il 2 giugno è la festa della Repubblica. Chiedere di non festeggiare è inosservanza delle Istituzioni. Se chiediamo allo Stato di essere tra noi, dobbiamo riconoscere la nostra Nazione. Nessuno si aiuta da solo. La festa della Repubblica non viene organizzata il giorno prima, ma mesi prima, e non si otterrebbe nessun risparmio, posto che le spese sono state sostenute interamente. L'incitamento della Lega è fuori luogo, soprattutto in un contesto del genere. La solidarietà alla gente ed alle terre terremotate non è suscettibile di strumentalizzazione politica”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento