Nuove lievi scosse di terremoto nell'entroterra forlivese

Il terremoto, impercettibile con questa intensità all'uomo, si è verificato giovedì mattina alle 7.37

Lievi scosse di terremoto nell'entroterra romagnolo, al confine tra il forlivese e il cesenate. I sismografi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma hanno registrato un movimento tellurico di magnitudo 2.0. Il terremoto, impercettibile con questa intensità all'uomo, si è verificato giovedì mattina alle 7.37 con epicentro ad otto chilometri da Santa Sofia e quattro da Bagno di Romagna. L'ipocentro è stato localizzato ad una profondità di 9 chilometri. Un' altra leggera scossa, grosso modo nella stessa area, si è verificata alle 9,53, con una magnitudo 2.3 Richter ed ipocentro a 5 chilometri di profondità. Non si segnalano danni a cose.

Le precedenti di marzo

L'ultima scossa nel forlivese risale alla nottata a cavallo tra il 27 e il 28 marzo, quando gli strumenti avevano registrato un terremoto di magnitudo 2.3 a circa quattro chilometri da Premilcuore. Evento tellurico preceduto 24 ore prima da una scossa di magnitudo 2.0. Il 5 marzo, era stata invece ben avvertita la scossa di magnitudo 3.7 Richter, con epicentro a 5 chilometri sud-est a Santa Sofia, nella zona di Spinello, a 7 chilometri da Bagno di Romagna e a 9 chilometri da Galeata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro frontale sulla via per la Tangenziale: uno degli automobilisti non ce l'ha fatta

  • Dramma in A14, auto si schianta fuori strada e si ribalta nel fosso colmo d'acqua: un morto ed una donna ferita

  • Si ritrova "sgraditi ospiti" nella minestra: protesta per le larve nel pacco di pasta

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Scontro frontale sotto il diluvio nei pressi della Tangenziale: due feriti, uno è gravissimo

  • Nuova avventura per Riccardo La Corte: brindisi d'inaugurazione per il nuovo ristorante che porta il suo nome

Torna su
ForlìToday è in caricamento