rotate-mobile
Cronaca

Terremoto alle prime luci dell'alba: torna a tremare la terra sulle colline del Forlivese

L'epicentro del terremoto è stato localizzato sulle colline al confine tra il forlivese e il ravennate, ad una profondità di 23 chilometri

Torna a tremare la terra sulle colline forlivesi. Una sveglia tutt'altro che gradita quella delle 6,58 di mercoledì, quando una scossa di magnitudo 3.2 Richter ha buttato giù dal letto chi in quel momento stava ancora dormendo. L'epicentro del terremoto è stato localizzato sulle colline al confine tra il forlivese e il ravennate, ad una profondità di 23 chilometri. In particolar modo, il movimento tellurico è stato avvertito nella zona di Modigliana. Fortunatamente non si registrano danni a cose o persone.

L'ultima sequenza sismica risale allo scorso 25 febbraio, quando i sismografi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia avevano registrato una serie di scosse, la più intensa di magnitudo 3.3. In questo caso l'epicentro era stato localizzato tra Meldola e Predappio. Anche all'epoca dei fatti non si sono avuti danni alle strutture o feriti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto alle prime luci dell'alba: torna a tremare la terra sulle colline del Forlivese

ForlìToday è in caricamento