Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Coronavirus, la terza ondata: "Anche i giovani arrivano in ospedale con insufficienza respiratoria"

L'ospedale di Forlì ospiterà inoltre l’attività cardiologica d’emergenza-urgenza dell'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena

masperi

L'emergenza sanitaria da covid-19, con l'aumento dei contagi degli ultimi giorni, riorganizza l'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì. E' stato infatti attivato un nuovo reparto covid al sesto piano del nosocomio di via Forlanini, con una trentina di posti letto. "E' stata semplicemente tamponata una situazione rapidamente evolutiva - ha chiarito ai microfoni del Tgr dell'Emilia Romagna Paolo Masperi, direttore dell'ospedale mercuriale -. E nel giro di due giorni anche questo reparto è stato saturato".

Il 30% dei ricoverati al "Morgagni-Pierantoni" è rappresentato da pazienti covid. E con la variante inglese l'età media si è notevolmente abbassata, come già chiarito a ForlìToday da Stefano Maitan, primario dell'Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione, e che arrivano al pronto soccorso "con insufficienza respiratoria anche importanti". In calo i pazienti over 80, grazie alla campagna vaccinale. L'ospedale di Forlì ospiterà inoltre l’attività cardiologica d’emergenza-urgenza dell'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena in quanto l'Unità terapia intensiva coronarica del nosocomio cesenate è stato adattato a reparto covid.

"L'aumento dei contagi ha determinato un forte aumento della pressione - fotografa il direttore sanitario dell'Ausl Romagna, Mattia Altini -. In terapia intensiva ci sono ancora posti disponibili, mentre sulle attività 'covid ordinarie' che interessano Malattie Infettive, Medicina Interna e Subintensive siamo abbastanza al limite. E' chiaro che se la pressione dovesse continuare in questo senso dovremmo per forza ridurre le attività ordinarie non covid".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la terza ondata: "Anche i giovani arrivano in ospedale con insufficienza respiratoria"

ForlìToday è in caricamento