Cronaca

Zio Paperone e Paperino fanno tappa a Forlì: Piazza Saffi conquista Topolino e diventa una vignetta

Il cuore della città mercuriale è stato infatti raffigurato in una delle vignette che celebrano Dante Alighieri nel settecentesimo anniversario della scomparsa del Sommo Poeta

Chi l'avrebbe mai detto che Forlì sarebbe stata protagonista di un numero speciale di Topolino, il celeberrimo fumetto con protagonisti i personaggi Disney. Il cuore della città mercuriale è stato infatti raffigurato in una delle vignette che celebrano Dante Alighieri nel settecentesimo anniversario della scomparsa del Sommo Poeta. "Nell’edizione di questa settimana, il fumetto piu famoso di sempre ripercorre il peregrinare dantesco nella nostra meravigliosa citta, riproducendo in due bellissime vignette le immagini di Piazza Saffi e del palazzo comunale - afferma il sindaco Gian Luca Zattini -. Un modo per far parlare dei nostri luoghi, delle nostre bellezze e della storia di cui andiamo fieri".

A partire dal numero 3.434, già in edicola, viene raccontato un viaggio in quattro episodi, dal titolo "Alighieri: Zio Paperone e il Centounesimo Canto”, che porterà Zio Paperone, Paperino, Qui, Quo e Qua in giro per l’Italia sulle tracce di Dante. Soggetto e sceneggiatura sono a cura di Alessandro Sisti, mentre i disegni di Alessandro Perina. Un cammino che fa tappa a Piazza Saffi, dove i Paperi più famosi del mondo vengono guidati da un cicerone che illustra le tappe del poeta fiorentino. "Nel 1304 Dante era ospite del Signore di Forlì (Scarpetta Ordelaffi, ndr)", si legge nella vignetta, e "il suo palazzo si trova ancora nella piazza centrale", puntando lo sguardo verso il Municipio. Ma il viaggio nella storia fa tappa anche in corso Garibaldi, con una vignetta raffigurante il palazzo che ospita l'ex Circolo della Scranna, l’antica sede degli Ordelaffi.

Dante menzionò gli Ordelaffi, storica famiglia forlivese di fede ghibellina contrapposta ai Calboli nel dialogo con il condottiero ghibellino Guido da Montefeltro, che incontra all’Inferno, citando le città romagnole per figurazioni geografiche o araldiche. Le zanne verdi sono infatti quelle del leone su fondo d’oro dello stemma degli Ordelaffi, che presero il potere a Forlì dopo il lungo assedio e la schiacchiante vittoria ghibellina contro le truppe papali e francesi nel 1282. Durante i primi anni dell’esilio del Poeta, suo ospite e Signore di Forlì fu Scarpetta Ordelaffi, “gentile uomo di Furlì” (nelle parole dello storico fiorentino Dino Compagni, Cronica II, 28), molto vicino a Maghinardo Pagani, alla cui morte senza eredi maschi era subentrato nel governo della città.

Scarpetta è stato molto vicino anche agli Ubaldini per la fede politica ghibellina e il matrimonio con Chiara Ubaldini da Susinana, dalla quale non ha avuto figli. Erede di Maghinardo anche nel ruolo di Capo della Lega ghibellina di Romagna, il 12 marzo 1303 partì dal castello di Montaccianico alla testa di un esercito composto da altri ghibellini e guelfi bianchi fuoriusciti per riconquistare il Castello di Pulicciano, già degli Ubaldini e poi caduto in mani fiorentine. Probabilmente tra le fila del suo esercito c’era anche Dante, suo protetto e segretario, che già aveva combattuto a Caprona e a Campaldino nel 1289.

Per due volte Scarpetta ospitò Dante a Forlì, in veste di consigliere e di segretario (epistolarum dictator): nel 1303 e nel 1310, in concomitanza con la prevista discesa di Arrigo VII in Italia, quando Dante avrebbe scritto a Cangrande della Scala per deplorare l’atteggiamento negativo dei fiorentini di fronte alla venuta dell’imperatore. Insieme al numero 3.434 di Topolino sarà disponibile lo speciale Topolibro Dante Alighieri raccontato da Topolino, un volume che racchiude le più rappresentative storie a fumetti disneyane dedicate al poeta fiorentino. E poi, un volume che ha fatto la storia del fumetto: “L’Inferno di Topolino”, in una doppia versione regular e deluxe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zio Paperone e Paperino fanno tappa a Forlì: Piazza Saffi conquista Topolino e diventa una vignetta

ForlìToday è in caricamento