menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiumi di cocaina verso Forlì: "Mirdita 2010" chiude il rubinetto

La cocaina va sempre più di moda tra i giovani forlivesi. Lo dimostra una complessa indagine dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del comando Provinciale di Forlì-Cesena che ha portato a nove arresti

La cocaina va sempre più di moda tra i giovani forlivesi. Lo dimostra una complessa indagine dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del comando Provinciale di Forlì-Cesena, guidati dal capitano Giuseppe De Gori, che ha portato a nove arresti, due denunce, e al sequestro di 385 grammi di cocaina, di un’automobile e di 3mila euro. L’inchiesta, denominata “Mirdita 2010”, seguita dal pm Filippo Santangelo, ha mosso i primi passi nel dicembre dello scorso anno.

La cocaina viaggiava sull’asse Vigevano-Ravenna-Forlì. Gli inquirenti hanno monitorato il tragitto della “neve”, arrivando il 25 gennaio scorso a catturare il capo dell’organizzazione. Si tratta di un macedone di 36 anni, sorpreso in flagrante mentre ritirava a Vigevano un pacco con 330 grammi di cocaina. Con lui c’era anche la convivente, una romena, denunciata a piede libero. Lo spacciatore riceveva i suoi “clienti” a casa sua, a pochi passi dal centro, dove potevano sniffare la droga. Recentemente si era trasferito a Santa Sofia.

,

Gli altri componenti dell’organizzazione finiti in carcere sono due 36enni, uno residente a Forlì e l’altro a Ravenna, ed un albanese di 30 anni residente a Forlì. Due giovani, residenti anche loro a Forlì, sono stati colpiti dall'obbligo di dimora. Per tutti l’accusa è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. All’operazione hanno preso parte 30 carabinieri, supportati da un cane antidroga del Nucleo Cinofili di Bologna, che hanno effettuato dodici perquisizioni, con il sequestro anche di 5 grammi di hashish e 5 grammi di marijuana.

L’operazione è stata applaudita dal Colonnello Adriano Vergole, nuovo Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri. “I risultati sono frutto di una serie di indagini e attenzione al territorio – ha esordito Vergole -. Sottolineiamo l’impegno dell’Arma al contrasto degli stupefacenti, soprattutto considerando che l’età si sta abbassando complice anche l’abbassamento dei costi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento