All'esame di italiano ci manda l'amico: entrambi finiscono nei guai per truffa

Il fatto è avvenuto nei giorni scorsi al Centro Provinciale per l’Istruzione degli adulti di Forlì, dove era in programma una sessione di esami a cui hanno partecipato i cittadini stranieri

Si è presentato all'esame di lingua italiana al posto dell'amico. Un incensurato senegalese di 24 anni è stato denunciato a piede libero dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Forlì, sotto la guida del tenente Francesco Grasso, con l'accusa di tentata truffa aggravata. Nei guai è finito anche colui che avrebbe dovuto sostenere la prova, un etiope di 42 anni. Il fatto è avvenuto nei giorni scorsi al Centro Provinciale per l’Istruzione degli adulti di Forlì, dove era in programma una sessione di esami a cui hanno partecipato i cittadini stranieri, richiedenti permesso di soggiorno illimitato. In programma c'era la prova per l’accertamento della conoscenza della lingua italiana .

All’esame si è presentato uno straniero che, per partecipare alla prova, ha esibito dei documenti identificativi. Il personale presente ha appurato da subito l'anomalia: i documenti erano infatti di un 42enne etiope, regolarmente residente in provincia. Scoperto il raggiro, il 24enne è stato invitato ad attendere l’arrivo delle forze dell’ordine; ma questi, dopo aver spintonato il personale presente, si è dato alla fuga, abbandonando sul posto i documenti identificativi dell'etiope ed un telefono cellulare.

Dopo poco è giunto il 42enne, che effettivamente era colui che doveva sostenere la prova d’esame. I Carabinieri, giunti sul posto, hanno accompagnato l'etiope in caserma. Aveva con se il telefonino del senegalese. Al termine delle formalità di rito entrambi i soggetti sono stati deferiti in stato di libertà per tentata truffa aggravata in concorso in danno di ente pubblico e sostituzione di persona.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • Assume cocaina, perde la testa e cerca delle scarpe tra le auto: non lo ferma nemmeno lo spray al peperoncino

  • Postano su Facebook la foto del gatto rubato dal negozio: madre e figlia nei guai

  • Nella notte spunta uno striscione a Forlì: "Liberazione costellata di massacri e distruzione"

  • Salvini ritorna in città: "Aeroporto, Forlì deve essere collegata al mondo. Coop? Aiutare quelle vere"

Torna su
ForlìToday è in caricamento