rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca Coriano / Via Innocenzo Golfarelli

Kit da 007 per superare l'esame della patente: cinese con due complici nei guai

Dovrà rispondere dell'accusa di truffa ed induzione in errore del pubblico ufficiale insieme a due connazionali, rispettivamente di 24 e 27 anni

Si è presentato alla Motorizzazione civile di Forlì per sostenere l'esame di teoria della patente con un autentico kit da 007: una microcamera collegata ad un trasmettitore ed un sofisticato auricolare, necessario per esser a contatto diretto con un suggeritore. Quest'ultimo, infatti, a distanza, aveva modo di osservare lo schermo sul quale comparivano le domande d'esame, fornendo le risposte. Ma l'escamotage è stato scoperto dagli agenti della Sezione Giudiziaria della Polizia Stradale di Forlì.

E così l'esame di un cinese di 37 anni, residente a Firenze, è finito con una denuncia a piede libero. Dovrà rispondere dell'accusa di truffa ed induzione in errore del pubblico ufficiale insieme a due connazionali, rispettivamente di 24 e 27 anni. L'episodio si è consumato mercoledì mattina negli uffici della Motorizzazione Civile di Forlì, dove il 37enne si era presentato per effettuare l'esame teorico per il conseguimento della patente di guida.

Kit per superare l'esame della patente, tre cinesi nei guai

Dopo le formalità iniziali, e verificata la regolare iscrizione dei candidati, l'esaminatrice si è accorta che l'extracomunitario non si era tolto l'ingombrante giubbotto. Ritenendo che potesse nascondere qualche apparecchiatura elettronica, ha chiesto l'intervento del personale di viale Italia. I poliziotti, arrivati sul posto, hanno verificato come il cinese non comprendesse alcuna parola d'italiano, notando il kit occultato.

Contemporaneamente altri agenti hanno perlustrato le zone limitrofe alla Motorizzazione, focalizzando l'attenzione su un'auto parcheggiata in via Golfarelli con a bordo un 24enne cinese. Quest'ultimo, alla vista degli uomini in divisa, ha cominciato ad agitarsi. Ma le sorprese non erano finite. Dal baule è spuntato il fratello del ragazzo, 21 anni, ancora collegato ad un Iphone. Sulla schermata apparivano le immagini in diretta provenienti dalla sala esami.

A disposizione anche un computer portatile, con un programma che forniva le risposte in tempo reale ai quiz, ed un microfono per comunicare con il 37enne impegnato nella prova. Al termine delle formalità di rito, i tre cinesi sono stati denunciati a piede libero, mentre tutto il kit è stato sequestrato.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kit da 007 per superare l'esame della patente: cinese con due complici nei guai

ForlìToday è in caricamento