menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inscena finto incidente e chiede risarcimento: finto avvocato raggira anziana

Un concetto deve rimanere chiaro: le Forze dell’Ordine non riscuotono e non ricevono a domicilio e per nessuna ragione somme di denaro".

Nuove segnalazioni di truffe a Forlì. Nel mirino ancora una volta una persona anziana. Ad agire un sedicente avvocato, che ha contattato la vittima per informarle che il figlio aveva avuto un incidente stradale con la sua auto. Con voce rassicurante aveva inoltre informato sulle condizioni dell'incidentato, spiegando che si trovava alla caserma dei Carabinieri e che a breve il Maresciallo sarebbe passato da casa per prelevare una somma di denaro da utilizzare come risarcimento del danno cagionato all’altra vettura, poiché l’auto del congiunto era priva di assicurazione.

Di lì a poco, un uomo con abiti civili e fare rassicurante si è presentato nell’abitazione della donna dalla quale ha ricevuto una somma superiore ai 400 euro. Solo successivamente la malcapitata ha scoperto di essere rimasta vittima di una truffa e che il figlio non aveva avuto nessun incidente. Sulla questione l'Arma dei Carabinieri chiarisce: "Nella considerazione che seppur con modalità differenti, quindi presentandosi come operai di società energetiche o del gas, come appartenenti alle forze dell’ordine, assistenti sociali, impiegati di banca o delle poste, gli autori adottano questi pretesti spesso per potersi introdurre nelle abitazioni e carpire la  fiducia delle vittime, si ritorna ad invitare soprattutto le persone più anziane, più indifese, che vivono sole, a non aderire a richieste  di denaro o di oggetti di valore. Inoltre di diffidare delle persone che, pur con modi gentili, familiari, inducono ad adottare comportamenti insoliti o anche chiedono ospitalità per un bicchiere d’acqua o assolvere ad un bisogno fisiologico".

"Tornando al caso di specie, non esiste una procedura di tale genere per poter risolvere un danno derivato da un sinistro stradale. La mancata copertura assicurativa non può essere sanata nell’immediatezza e soprattutto attraverso una mediazione delle forze di Polizia - viene evidenziato -. Nei casi dubbi meglio richiedere all’interlocutore  di mostrare un tesserino di riconoscimento e chiedere conferma telefonica ai Comandi delle Forze di Polizia presenti sul territorio. Un concetto deve rimanere chiaro: le Forze dell’Ordine non riscuotono e non ricevono a domicilio e per nessuna ragione somme di denaro". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento