menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tutela dei boschi, dalla Regione oltre 360mila euro per l'Appennino

In Emilia-Romagna al via interventi per circa 3,4 milioni di euro al fine di tutelare i boschi dagli incendi. Ben 36, infatti, sono i progetti finanziati con il programma regionale di Sviluppo Rurale

In Emilia-Romagna al via interventi per circa 3,4 milioni di euro al fine di tutelare i boschi dagli incendi. Ben 36, infatti, sono i progetti finanziati con il programma regionale di Sviluppo Rurale. A beneficare della misura sono le Province, le Comunità Montane e le Unioni dei Comuni: il contributo pubblico è pari al 100% dei lavori mentre sono a carico dei beneficiari le spese Iva. Gli interventi forestali dovranno essere ultimati entro il 30 giugno 2013.

Tali riguardano i diradamenti nei boschi di conifere, la manutenzioni della viabilità forestale, la conversioni di cedui in alto fusto (con funzione di barriera antincendio e per favorire l’accessibilità), la riduzione della necromassa in prossimità delle aree ad elevata fruizione turistica ed altre aree sensibili. Per la provincia di Forlì-Cesena il contributo è di 253.124,75 euro, per l'Appennino forlivese di 361.333 euro, per l'Alta Valmarecchia di 116.999,48, per l'Unione dei Comuni ‘Valle del Marecchia’ di 126.918 euro, mentre per Unione dei Comuni di Brisighella, Casola Valsenio e Riolo Terme di 154.459,99 euro.

«Gran parte delle domande finanziate – ha sottolineato l’assessore regionale all’Ambiente Sabrina Freda - riguarda interventi da realizzare nei territori delle aree protette. Ciò a dimostrazione la Regione ha voluto riconoscere l’importanza di questi ambienti la cui manutenzione è strategica per la conservazione e la valorizzazione della biodiversità».


In base alla localizzazione i progetti sono distribuiti: 35 in area montana; 29 parzialmente o interamente ricadenti nelle aree di Rete Natura 2000 (SIC e ZPS); 17 parzialmente o interamente ricadenti in Parchi o Riserve; 11 parzialmente o interamente ricadenti nelle Zone vulnerabili individuate ai sensi della Direttiva Nitrati e 9 parzialmente o interamente ricadenti nel demanio forestale regionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento