menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ubriaco devasta un bagno pubblico, poi minaccia di ferirsi: bloccato dalla Polizia

L'intervento della Volante dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura è avvenuto alcuni pomeriggi fa, nei pressi dell'area del centro commerciale Portici

La Polizia di Stato ha denunciato un romeno di 55 anni, senza fissa dimora, per i reati di "danneggiamento" e "resistenza a pubblico ufficiale", sanzionandolo anche per la violazione amministrativa prevista dall'articolo 688 del codice penale (ubriachezza) e munendolo di ordine di allontanamento dall'area urbana dove è stato rintracciato. L'intervento della Volante dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura è avvenuto alcuni pomeriggi fa, nei pressi dell'area del centro commerciale Portici, precisamente nei bagni pubblici di via Degli Operai.

La polizia è stata chiamata da un addetto alla gestione dei servizi pubblici, che segnalava la presenza di un individuo fuori di sé che stava spaccando tutto. Gli agenti, al loro arrivo, hanno identificato il rumeno che era in preda ai deliri a causa dell'eccessiva ingestione di alcol, verificando inoltre che poco prima aveva abbattuto la porta d'ingresso dei bagni e danneggiato alcune parti interne. L'uomo, alla vista degli agenti, ha cercato di impedire le attività di accertamento, munendosi di un coccio di vetro raccolto da terra e minacciando atti di autolesionismi qualora i poliziotti non se ne fossero andati.

E' stata necessaria una lunga attività di mediazione per evitare che la situazione trascendesse, fino a quando l'uomo ha accettato di farsi accompagnare in ospedale per essere visitato e sedato. Al termine dell'attività, è stato denunciato per "danneggiamento" e "resistenza a pubblico ufficiale", e siccome si trovava in stato di ubriachezza in una delle aree urbane censite dal regolamento di polizia comunale, in ottemperanza alle norme previste nel decreto sicurezza “Minniti” gli è stato notificato anche l'ordine di allontanamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento