menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ultimi biglietti disponibili per il Concerto di Natale a San Mercuriale. E la musica è arrivata anche in carcere

Gli ultimi biglietti, del prezzo di 2 euro nella navata laterale e di 20 euro nella navata centrale sono disponibili alla Caritas di Forlì in Via dei Mille 28

Tutto è ormai pronto per il tradizionale Concerto di Natale proposto da "Emilia Romagna Concerti" insieme al Ministero dello Spettacolo, al Ministero degli Esteri, alla Regione Emilia Romagna, in collaborazione con l'amministrazione comunale di Forli, la Caritas Diocesana e i volontari del Banco Alimentare, i Club Service e grazie al contributo di sponsor qualificati fra i quali Romagna Acque. Un appuntamento di altissimo livello al quale seguiranno due straordinarie esibizioni in Terra Santa, a Betlemme e a Gerusalemme rispettivamente mercoledì e giovedì prossimi. Le manifestazioni in Terra Santa sono organizzate in collaborazione con l'Ambasciata d'Italia a Tel Aviv, l'Istituto Italiano di Cultura, il Municipio di Betlemme e  Custodia di Terra Santa 

Il Concerto, le cui prove sono cominciate mercoledì, avra' luogo sabato alle 21, nella Abbazia di San Mercuriale, dove si esibirà la Young Musicians European Orchestra diretta dal Maestro Paolo Olmi, composta da giovanissimi musicisti che si sono ormai esibiti in parecchie nazioni e che sono anche attesi nel 2020 in una lunga tournee in Cina in occasione dei 50 anni di relazioni diplomatiche con l'Italia. Il programma di Forlì prevede, come da tradizione, anche  l'esibizione di giovanissimi solisti protagonisti nel mondo musicale internazionale; sarà aperto dall’oboista Simone Fava, impegnato nel Concerto in Fa Maggiore di Corelli nella trascrizione di John Barbirolli; proseguirà con il concerto in Do Maggiore per violoncello di Haydn e terminerà con il Concerto in Sol Maggiore K216 di Mozart interpretato da Vikram Sedona.

Una novità di quest’anno è costituita dal fatto che, in chiusura del concerto, la Young Musicians European Orchestra sarà integrata  per due  brani fuori programma da alcuni giovani musicisti forlivesi provenienti dall’Istituto Musicale Masini,dal Liceo Musicale Canova e dalla scuola di musica InArte (si tratta di Samuele Fattori, Valeria Pia Mozzillo, Alessandro Vecchi, Emily Zattini, Emanuele Bani, Angela Liù, Leo Maiolani, Alessio Drudi, Luca Galeati e Anna Tedaldi). Il Maestro Olmi è particolarmente contento di questa partecipazione dei giovani musicisti forlivesi e li ha ringraziati in maniera particolare insieme ai loro insegnanti"per la loro entusiastica partecipazione. Qualcuno aveva pensato che sarebbero stati un gruppo sparuto e invece sono veramente molti, credo che insieme a loro chiuderemo il concerto in un modo molto emozionante".

Il rapporto con la Terra Santa

Con il Concerto di Natale, Forlì si pone in contatto con due storiche Città basilari per la storia, la storia delle religioni e la storia della nostra stessa civilta': il progetto nei prossimi anni e' quello di creare un legame con Gerusalemme e Betlemme attraverso rapporti partendo dalla Musica possano coinvolgere anche  il mondo Universitario ,lo Sport, la Sanita' e le realta' religiose.

Il Concerto nel carcere di Forli:

Mercoledì pomeriggio un giovanissimo violinista della Orchestra, Martino Colombo, ha eseguito un concerto natalizio per i detenuti di Forlì, che hanno accolto la manifestazione con molto calore e anche con commozione. "Non potendo voi assistere al nostro concerto a San Mercuriale - ha detto Martino - abbiamo pensato di portarvi la musica qui in carcere".

La raccolta di beni di prima necessità

Tutti i partecipanti ai concerti e tutti i cittadini di Forli sono invitati a un gesto natalizio di solidarietà portando nei luoghi del concerto beni di prima necessità che saranno raccolti dalla Caritas e saranno poi distribuiti attraverso l’Emporio della Solidarietà e il Banco Alimentare. C’è bisogno di pasta, zucchero, latte, riso, olio di oliva e di semi, passata di pomodoro. I prodotti raccolti saranno distribuiti a tutte le famiglie in stato di bisogno dalla Caritas, dal Banco Alimentare e dall'Emporio della Solidarieta'. Nella raccolta dei beni di prima necessità, che nel tempo è diventata una sorta di derby della solidarietà fra le due città , l'ultima edizione ha visto primeggiare seppur di poco la raccolta ravennate con circa 450 chili di prodotti consegnati mentre a Forlì il livello è stato lievemente inferiore.

"Facciamo appello al cuore e alla generosità di tutti i romagnoli - affermano i sindaci di Ravenna e Forlì, Michele de Pascale e Gian Luca Zattini -affinchè questi straordinari momenti di musica e di cultura diventino sempre di più efficaci strumenti di aiuto e autorevoli ambasciatori di Pace. La sfida virtuosa che ogni anno vede le nostre città impegnate nella raccolta di prodotti di prima necessità deve continuare a crescere e il Natale 2019 avrà come obiettivo di oltrepassare la tonnellata di prodotti. Un pacco di riso o una confezione di zucchero possono fare la differenza per aiutare chi è in difficoltà. Questa è la sfida che ci deve portare a fare sempre qualcosa in più". Gli ultimi biglietti, del prezzo di 2 euro nella navata laterale e di 20 euro nella navata centrale sono disponibili alla Caritas di Forlì in Via dei Mille 28, oppure presso Erconcerti1@yahoo.it . I biglietti eventualmente rimasti saranno disponibili la sera del Concerto a partire dalle 20 all'Abbazia di San Mercuriale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento