Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Un anno fa il fortunale che seminò danni e paura in città: fu il record di vento per la città

Il cielo divenne improvvisamente cupo. È in pochi istanti calò "la notte". Si scatenò un violentissimo nubifragio con grandine e venti tempestosi

Il cielo divenne improvvisamente cupo. È in pochi istanti calò "la notte". Si scatenò un violentissimo nubifragio con grandine e venti tempestosi, con raffiche superiori a 100km/h con il dato record di Forli Urbana che ha registrato una raffica di 132 km/h. Esattamente un anno fa un sistema temporalesco formatosi in Toscana sferzò prima il forlivese e poi il ravennate. I danni furono ingenti, superiori al milione di euro. Moltissime piante vennero abbattute (circa 500), cadendo anche su abitazioni, auto e strade. Bidoni della spazzatura scaraventati contro i muri. La violenza del vento scoperchiò tetti e cadde anche una gru in via Isonzo. Venne danneggiato anche il tetto del mercato coperto. E anche la croce di San Mercuriale venne piegata dalla furia del fortunale. Fortunatamente non ci furono vittime e feriti. Un autentico miracolo. La città si mise subito in moto ed in pochi giorni tutti gli alberi crollati vennero messi in sicurezza da Vigili del Fuoco, personale specializzato e volontari. Ad un anno di distanza i segni del passaggio della tempesta sono ancora ben visibili. In viale Italia è possibile scorgere sugli alberi le ferite provocate dalla furia del vento. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un anno fa il fortunale che seminò danni e paura in città: fu il record di vento per la città

ForlìToday è in caricamento