Arte contemporanea, anche un forlivese tra i vincitori del premio Terna

Elena Harmeski, forlivese neodiplomata all’Accademia di Belle Arti di Bologna, ha vinto nella categoria “giovanissimi” (under 23) il Premio Terna per l’arte contemporanea, il concorso promosso dal gestore della rete elettrica nazionale Terna. Alla giovane artista è stato assegnato un premio acquisto di 3 mila euro. E’ sempre Emiliano-Romagnola, precisamente di Bologna, Sabrina Muzi, che si è aggiudicato il primo posto nella cateroria “premio on line”. Il premio è stato assegnato da tutti gli internauti che tra il 10 e il 17 ottobre hanno votato l’artista preferito, tra gli oltre 2850 iscritti, sul sito del Premio Terna per l’arte contemporanea (https://www.premioterna.it). Anche a Sabrina Muzi è stato assegnato un premio acquisto di 3 mila euro.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

La Giuria del Premio Terna per l'Arte Contemporanea, presieduta da Luigi Roth e Flavio Cattaneo, Presidente e Amministratore Delegato di Terna, composta dall'editrice e scrittrice Marzia Corraini, il collezionista francese Antoine de Galbert, la collezionista Alda Fendi, il gallerista internazionale Kamel Mennour, la collezionista e produttrice tv Camilla Nesbitt, l'artista Michelangelo Pistoletto, la direttrice del MAMM di Mosca Olga Sbiblova e l'architetto Alessandro Villari, ha decretato oggi, tra gli oltre 2850 partecipanti, i vincitori dell'edizione 2012 del Premio Terna per l'Arte Contemporanea.


Sono 12 gli artisti sul podio di questa quarta edizione, "Dentro e Fuori Luogo. Senza Rete. Il Territorio per l'Arte", a cura di Cristiana Collu, Direttrice del Mart di Trento e Rovereto, Èric de Chassey, Direttore dell'Accademia di Francia a Roma e Gabriele Francesco Sassone, giovanissimo curatore.

Il primo premio nella categoria Gigawatt, dedicata agli artisti under 35, va a Simone Cametti mentre il primo premio per la categoria Megawatt, dedicata agli artisti over 35 va Marco Belfiore.

Irina Korina vince nella categoria Connectivity, dedicata agli artisti da Mosca e a San Pietroburgo.

I secondi e i terzi classificati per la categoria Gigawatt sono Anna Franceschini e Margherita Moscardini; per la categoria Megawatt Christian Niccoli e Meris Angioletti; dalla Russia, per la categoria Connectivity vincono il secondo e terzo premio Where Dogs Run Group e Recycle Group.

Il nuovo premio speciale "giovanissimi" alla migliore opera tra tutte quelle presentate dagli artisti under 23 e assegnato da tre young galleries, Galerie Mario Mazzoli di Berlino, Galeria SpazioA contemporaneamente di Pistoia e Mother's Tank Station di Dublino, coordinate dal giovane curatore Denis Viva, va a Elena Hamerski, appena diplomata all'Accademia di Belle Arti di Bologna.

Vince la categoria Terawatt il progetto di Daniela De Lorenzo. Sono stati 15 i progetti di intervento artistico sulla linea elettrica Foggia - Benevento che gli artisti già affermati (artisti, architetti e designer) hanno presentato al curatore della categoria Gianluca Marziani, Direttore di Palazzo Collicola a Spoleto, in risposta all'invito di Terna di reinterpretare il valore e le connessioni delle infrastrutture elettriche su comunità e territorio. La De Lorenzo ha riformulato l'idea di traliccio sul territorio foggiano legandolo alla storia delle popolazioni locali antiche. L'inserimento attorno al sostegno elettrico di elementi scultorei tipici di quell'antichità, vasi di ceramica, ricorda l'indissolubile legame tra l'energia contemporanea e la vita che ha alimentato e alimenta il territorio. Le sculture sono costruite addosso e dentro il traliccio, con tubolari di alluminio fluorescente.

L'artista preferita dagli internauti è stata Sabrina Muzi che tra i 2850 iscritti si aggiudica il Premio Online.

La risposta degli artisti, giovani e meno giovani, al tema di indagine sulle relazioni con il territorio ha evidenziato la dimensione "in movimento" come chiave di lettura con cui guardare il mondo. La registrazione di immagini e performance non per congelare una visione ma per aprirle alla dimensione del processo: progressioni, sequenze e moti, trasformazioni sulle quali non abbiamo controllo ma che possiamo osservare con curiosità e sorpresa. E ancora, la complessità dello stare insieme e del costruire sull'altro e la necessità della memoria di ieri per riappropriarci dell'oggi. La lettura del mondo è sempre di più attraverso la tecnologia.



 

I PREMI


· I primi classificati nelle categorie Megawatt e Gigawatt si aggiudicano un Artist Residency Program a Mosca. Il vincitore della categoria Connectivity sarà premiato con tre mesi di residenza presso la Città dell'Arte di Pistoletto.

· I secondi e terzi delle categorie Gigawatt, Megawatt e Connectivity, si aggiudicano premi acquisto rispettivamente del valore di 4.000 e 3.000 euro.

· Il vincitore premio online si aggiudica un premio acquisto del valore di 3.000 euro.

· Il vincitore della speciale categoria under si aggiudica un premio acquisto di 3.000 euro


Tutte le opere vincitrici e i 15 artisti di fama della categoria Terawatt esporranno la propria opera alla mostra finale del Premio che si terrà a dicembre al Tempio di Adriano a Roma.

Inoltre, per tutti i vincitori e i finalisti è prevista la pubblicazione dell'opera nel catalogo bilingue del Premio Terna.

Torna su
ForlìToday è in caricamento