rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Scuole

"Un esempio da seguire": dall'Albania la viceministra dell’educazione alla scoperta dei 'segreti' dell'Istituto Comprensivo 'Matatia'

Presente all’incontro anche il dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Forlì-Cesena, Mario Maria Nanni

Una delegazione di dirigenti scolatici albanesi con a capo la viceministra dell’Educazione e dello Sport dell’Albania, Nina Guga, ha visitato giovedì mattina l’Istituto Comprensivo 8 “Camelia Matatia” di Forlì. Nello specifico, oltre al viceministro all’Educazione, la delegazione era composta dalla Specialista all’Educazione del ministero, Shqiponja Lamce; dal direttore generale dell’Università, Rezarta Alla; dal direttore regionale dell’Università di Lezha, Hasan Muca; dal direttore dell’Ufficio locale dell’Università di Kukes, Albert Muja; dal direttore dell’Ufficio locale dell’Università di Durres, Amarilda Thermija; dalle dirigenti scolastiche di Durres e di Elbasan; nonché dal Team “School for Health” patrocinante il progetto di visita culturale in Italia.

Presente all’incontro anche il dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Forlì-Cesena, Mario Maria Nanni. L’iniziativa è stata appunto coordinata dall’Usp di Forlì che, con la professoressa Alessandra Prati, ha organizzato le tappe del tour dei rappresentanti scolastici dell’Albania. In particolare il progetto di scambio culturale verteva sull’acquisizione delle buone pratiche didattiche che si attuano in Italia riguardo l’Educazione alla salute, ai corretti stili di vita e al rispetto dell’ambiente. Una volta giunti all’Istituto Comprensivo 8, la dirigente scolastica, professoressa Maria Teresa Luongo, ha presentato alla delegazione albanese il progetto “Ies” di Educazione stradale che da anni coinvolge tutte le scuole del forlivese e che è stato illustrato dal presidente dell’Aci di Forlì, Stefano Zilla, in quel momento presente in Aula Magna insieme agli alunni delle classi prime della scuola Secondaria di I grado di San Martino.

Si è dunque proseguito nella divulgazione agli ospiti albanesi dei progetti che l’Istituto Comprensivo 8 mette in campo rispetto ai temi del benessere e della prevenzione alla salute a scuola. Si è pertanto parlato del progetto in verticale “Pedibus” che quest’anno vede la partecipazione di circa 80 alunni della scuola dell’infanzia Le ali, della scuola primaria Focaccia e della scuola media di San Martino. Si è proceduti con l’illustrazione del progetto di continuità tra l’infanzia di San Lorenzo e la scuola primaria Follereau che a dicembre è stato inserito nel catalogo del Comune di Bologna in quanto giudicato meritevole esperienza di “Outdoor Education”. "I delegati scolastici albanesi hanno potuto ammirare il nostro ambiente naturale tramite il video del progetto di “Educazione ai Paesaggi” che con il ciclo di conferenze, la formazione ai docenti e la mostra agli studenti dal titolo “Campagne Italiane” ha arricchito l’offerta formativa del nostro istituto fin dal mese di ottobre", afferma Luongo.

"La prevenzione alla salute - ricorda la dirigente scolastica - passa anche per il Coding e il programma di scrittura informatica in Java di “Programma il Futuro”, che è stato mostrato ai delegati albanesi con un esempio di comunicazione realizzato dagli alunni delle medie di San Martino per la prevenzione al rischio del Covid-19. Infine un gruppo di alunni delle classi quinte della scuola primaria Focaccia hanno recitato una parte dello spettacolo natalizio “Fare musica fa bene e si sente…” svoltosi quest’anno scolastico e che aveva come tematica l’educazione ambientale diretta verso la riscoperta del valore della natura. Un sentito ringraziamento va, inoltre, all’azienda agricola San Martino che nell’ambito del progetto scolastico dal titolo “Spigolatura solidale” ha omaggiato i dirigenti scolastici albanesi delle noci del nostro territorio".

"L’incontro è terminato con la visita alle mini-serre Edugreen per il progetto di “Transizione ecologica” e con l’affettuoso saluto di alcuni nostri alunni albanesi che hanno rivolto nella loro lingua di origine i ringraziamenti ai rappresentanti albanesi per la visita presso la nostra scuola", conclude. Il Viceministro all’Educazione dell’Albania, Nina Guga, ha espresso alla dirigente scolastica Luongo "vivi complimenti" per il lavoro didattico svolto dal corpo docenti nell’Istituto Comprensivo 8, affermando che "molte delle idee progettuali formative presentate saranno sviluppate in Albania e nelle scuole dei dirigenti presenti all’incontro. La prossima tappa in programma sarà un gemellaggio tra la nostra scuola e quelle delle città albanesi che ci hanno visitato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un esempio da seguire": dall'Albania la viceministra dell’educazione alla scoperta dei 'segreti' dell'Istituto Comprensivo 'Matatia'

ForlìToday è in caricamento