Un’esperienza unica a contatto con la natura: giovani volontari ospiti nelle strutture dell'Arma

Il Progetto Esc360 è cofinanziato dal programma Life dell’Unione Europea, si inserisce nelle iniziative del Corpo Europeo di Solidarietà e vede tra i suoi partner anche D.R.E.Am-Italia

Ha preso il via il secondo turno di monitoraggio del Progetto LifeEsc360, un’esperienza unica a contatto con la natura che offre a 360 volontari, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, la possibilità di partecipare attivamente alla conservazione del nostro patrimonio ambientale attraverso il monitoraggio di invertebrati, anfibi, uccelli, mammiferi di interesse comunitario, avvalendosi anche della bioacustica ed ecoacustica, all’interno delle Riserve Naturali Statali gestite dal Raggruppamento Biodiversità.

Il Progetto Esc360 è cofinanziato dal programma Life dell’Unione Europea, si inserisce nelle iniziative del Corpo Europeo di Solidarietà e vede tra i suoi partner anche D.R.E.Am-Italia. Anche per il secondo turno, che interesserà i mesi di luglio e agosto, è stato previsto un corso propedeutico alle attività di campo dove sono stati trattati argomenti di interesse trasversale tra cui le Direttive Habitat e Uccelli, la Rete Natura 2000, principi di biologia, ecologia e tassonomia, gestione e conservazione delle foreste, monitoraggio ambientale e monitoraggio acustico ambientale, oltre ad argomenti specialistici per le mansioni che andranno a svolgere i volontari sul territorio.

Le Riserve Naturali Casentinesi sono state scelte come destinazione finale da 14 volontari, attualmente ospitati nelle strutture dell'Arma nella riserva naturale biogenetica di Camaldoli, che saranno coinvolti nelle attività di monitoraggio contribuendo così ad ampliare il quadro conoscitivo e in particolare lo stato di conservazione delle specie target dei siti della Rete Natura 2000. Tutte le informazioni e le risultanze scientifiche, validate dagli specialisti coinvolti nel progetto, saranno convogliate in un database scientifico per la cui realizzazione sarà prevista la collaborazione con Ispra e Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Per informazioni ci si può rivolgere al Reparto Carabinieri Biodiversità di Pratovecchio (043602.001@carabinieri.it – 0575 583763).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nella nebbia parcheggia l'auto e si mette a dormire: ma contromano e nella corsia di sorpasso della Tangenziale

  • Giovane punta un euro al "10 e Lotto" e fa il colpo: "Gli tremavano le gambe dall'emozione"

  • Maxi-studio su 30 anni di cancro in Romagna: quanto ci si ammala e quanto si sopravvive, tumore per tumore

  • Maltempo, le piogge concedono una tregua: superato il picco di piena del Montone

  • L'altra faccia dell'emergenza abitativa, l'odissea del locatore: "Casa sfasciata dopo lo sfratto"

  • Si schianta col Porsche Cayenne di un forlivese e lo abbandona in strada

Torna su
ForlìToday è in caricamento