Un fulmine a ciel sereno: la scuola di S.Maria del Fiore potrebbe cessare l’attività nel 2025

La notizia, trapelata nei giorni scorsi, è stata confermata lunedì da una comunicazione della Curia generalizia delle Ancelle del Sacro Cuore di Gesù Agonizzante, le suore “educatrici” che hanno condotto la scuola di via Ravegnana 96 sin dalla fondazione, nel lontano 1942.

Cresce la preoccupazione a Forlì per la ventilata chiusura del plesso scolastico di Santa Maria del Fiore. La notizia, trapelata nei giorni scorsi, è stata confermata lunedì da una comunicazione della Curia generalizia delle Ancelle del Sacro Cuore di Gesù Agonizzante, le suore “educatrici” con casa madre a Lugo di Romagna, che conducono la scuola di via Ravegnana, 96, sin dalla fondazione, nel lontano 1942. Anche se sarà un “distacco” graduale, che diventerà definitivo nel 2025, pesa non poco la disposizione della madre superiora, suor Soccorsa, di “non accogliere ulteriori iscrizioni a partire dall’anno scolastico 2021-2022”.

E’ un aspetto che rischia di “svuotare” la scuola ben prima del termine prefissato. “Carissimi – scrive la religiosa nella nota inviata a dipendenti e genitori di ogni ordine e grado del plesso – a ratifica e conferma di quanto deciso con profondo rammarico dal Consiglio generalizio dell’Istituto e già comunicato verbalmente sia alla Comunità delle suore che al Consiglio d’Istituto, si comunica quanto concordato dai competenti organi responsabili”.

Quello che sconcerta della decisione, caduta come un fulmine a ciel sereno sull’operosa comunità delle Ancelle del Sacro Cuore forlivesi coordinate da suor Paola Banzola, è la motivazione addotta: “La condizione strutturale e gestionale non consente il proseguimento dell’attività didattica”. E’ un presupposto apparso subito discutibile, visto che il grosso dei lavori di messa in sicurezza è stato eseguito nel 2017. “La presente – conclude la nota – valendo ai sensi di legge, è da considerarsi interruttiva di ogni prescrizione e/o decadenza, con salvezza di ogni diritto dell’Istituto delle Ancelle del sacro cuore di Gesù agonizzante”.

Fra i genitori e il personale colpiti nel vivo dal provvedimento, dominano incredulità e smarrimento, soprattutto per l’assoluta mancanza di avvisaglie e proprio adesso che pareva superata la crisi, determinata dall’emergenza coronavirus. Se la raccolta fondi avviata non più tardi di 20 giorni fa sta andando a gonfie vele, il Comune ha anticipato di due mesi il contributo annuale erogato alla paritaria di via Ravegnana. Sono tutti elementi che stavano portando suor Paola e il Consiglio d’Istituto a programmare il rientro in classe per settembre. I numeri attuali parlano di 175 alunni (95 elementari e 80 fra materna e “Primavera”) e 12 insegnanti laici stipendiati: è un patrimonio consolidato in 80 anni di passione educativa, che rischia di sfumare in poco tempo.

Qualche genitore si è già attivato, proponendo di chiedere l’intervento delle autorità civili e religiose locali: l’obiettivo è intavolare un dialogo con i vertici dell’istituto religioso, perché rivedano la decisione presa, o quanto meno prevedano vie d’uscita percorribili, a cominciare da un subentro dei laici nella conduzione della scuola. La congregazione delle Ancelle del Sacro Cuore di Gesù Agonizzante, titolare della paritaria di Santa Maria del Fiore, conta circa 150 religiose in 28 case diffuse in tutto il mondo: Italia, Brasile, Filippine, Togo e Colombia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’origine è però romagnolissima, essendo stata fondata a Lugo da monsignor Marco Morelli e madre Margherita Ricci Curbastro nel 1888. Il primo presidio delle Ancelle del Sacro Cuore a Santa Maria del Fiore di Forlì risale al 1942, in piena guerra, con la fondazione della scuola Materna su richiesta dei frati Cappuccini, che hanno gestito l’attigua chiesa parrocchiale sino al 2011. Nel 1947 è sorta anche la Primaria, mentre la Sezione Primavera dell’asilo ha visto la luce in tempi recenti, nel 2012. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Morto sulla Bidentina, Andrea superò un grave incidente. La sua esperienza per un progetto per giovani

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: nuovi contagiati riconducibili a focolai già noti

  • Commando armato assalta una villa: minuti di terrore per una famiglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento