rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
La mobilitazione

Un'onda verde di giovani in difesa della Terra: la grande mobilitazione dei Fridays for Future

Da piazzale della Vittoria il corteo si è incamminato verso corso della Repubblica, per poi passare in piazza Morgagni, viale II Giugno e il parco della Resistenza, con ingresso da viale Spazzoli

Tantissimi giovanni hanno partecipato venerdì mattina allo Sciopero globale per il clima dei Fridays for Future. Da piazzale della Vittoria il corteo si è incamminato verso corso della Repubblica, per poi passare in piazza Morgagni, viale II Giugno e il parco della Resistenza, con ingresso da viale Spazzoli. Nella sosta finale al parco si sono tenuti workshop tematici e un pranzo eco-sostenibile. Una coda di eventi e intrattenimento aggiunta al termine della manifestazione perché, come spiega il coordinatore dei Fridays For Future forlivesi, Giacomo Zattini, “non vogliamo che sia solo un momento di protesta e di manifestazione, che sono assolutamente importanti verso l'opinione pubblica e la politica, ma vogliamo che ai partecipanti rimanga qualcosa di concreto”.

Il nuovo sciopero globale per il clima dei Fridays for Future

Tra i sostenitori dei Fridays for Future in questo sciopero si annoverano realtà di diversa estrazione culturale, dalla Pastorale Sociale della diocesi, rappresentata da Luciano Ravaioli, la cooperativa Paolo Babini, Azione Cattolica e il Centro per la Pace di Forlì. Presente anche una nutrita rappresentanza studentesca (Rete degli Studenti Medi, Masci. Unione Universitari) e  ambientalista (Legambiente, Tavolo delle Associazioni Ambientaliste, Emilia-Romagna Meteo) e Nuova Civiltà delle Macchine, realtà culturale della città, Slow Food, Parents for Future, Walk & Talk. Ha aderito alla manifestazione anche la Cgil. 

VIDEO - La mobilitazione dei Fridays for Future

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'onda verde di giovani in difesa della Terra: la grande mobilitazione dei Fridays for Future

ForlìToday è in caricamento