rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Abilità

Un trentino e un forlivese fanno il pieno a Romagna Open, le Olimpiadi del Cubo

In via Zampeschi 1 sono sbarcati 68 speedcuber (per gli amici “smanettoni”) per contendersi il primato nelle varie specialità della speedcubing

A Forlì, nei saloni dell’Università della Danza, l’Italia e parte di mondi lontani si sono sfidati all’insegna del cubo di Rubik. In via Zampeschi 1 sono sbarcati 68 speedcuber (per gli amici “smanettoni”) per contendersi il primato nelle varie specialità della speedcubing, la disciplina sportiva dove i concorrenti si affrontano nella risoluzione, nel minor tempo possibile, del cubo creato nel lontano 1974 dall’architetto e scultore ungherese Erno Rubik (ammiratore sfegatato di Leonardo da Vinci e di Michelangelo) e da lui battezzato “cubo magico”: si tratta del giocattolo più venduto nella storia dell’umanità. 

I PARTICOLARI – I contendenti venivano da tutt’Italia, dal Trentino alla Sicilia, ma anche da oltreconfine, come la francese Delphine Tran (dalla città pirenaica di Perpignano) o il tredicenne Leo Pillot, inconfondibile per la sua folta capigliatura alla Caparezza, nato al Morgagni di Forlì ma trapiantato da 11 anni a Hong Kong, giunto in Romagna dopo un volo di 22 ore. Ed erano di ogni età: dal piccolo Diego Renani, 7 anni, arrivato con i genitori da Barbara, frazione di Senigallia; ai più maturi come Simone Cantarelli, bolognese, vicepresidente della sezione italiana della WCA, World Cube Association, l’associazione fondata dall’olandese Ron Van Bruchem e dallo statunitense Tyson Mao.

Tra i partecipanti alla gara anche la campionessa su Tik Tok, Carolina Guidetti, di Bologna, forte del suo milione di contatti, e il fiorentino Simone Santarsiero, docente di architettura, 37 mila iscritti al suo portale.
L’evento italiano, battezzato Romagna Open 2022, è coinciso con analoghe competizioni organizzate dalla WCA in Malesia, Svizzera, Romania, Ungheria, Francia e anche a New York, Dublino e Lima, capitale del Perù.

I VINCITORI – Nella classica 3x3 ha sbaragliato tutti il trentino Daniel Sartori, 14 anni, liceale della Valsugana, con una media di 8.58 secondi (il record mondiale appartiene al cinese Yusheng Du, con 3.47, tipo singolo; allo statunitense e recordman Max Park, media 5.08, 56 record mondiali conquistati negli ultimi anni) Negli altri otto settori (a una mano, bendati, nel minor numero di mosse, eccetera), ha fatto il pieno il campione di casa, il forlivese Luca Brasini. Tutte le classifiche, settore per settore, sono su live.worlscubeassociation.org.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un trentino e un forlivese fanno il pieno a Romagna Open, le Olimpiadi del Cubo

ForlìToday è in caricamento