menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una cena romagnola per ricordare Gilberto Giorgetti

Il modo migliore per ricordare lo storico e studioso forlivese Gilberto Giorgetti, a poco meno di cinque mesi dalla scomparsa, è parlare della sua Romagna

Il modo migliore per ricordare lo storico e studioso forlivese Gilberto Giorgetti, a poco meno di cinque mesi dalla scomparsa, è parlare della sua Romagna. Dimostrando originalità e realismo, l'Associazione Culturale “La Foglia”, da lui fondata alcuni anni fa, ha pensato bene di organizzare una cena con i gusti e i sapori di Romagna, per sabato, alle 20.30, presso il “Ristorante in Fattoria” di Sadurano.

Non sarà un convivio come tanti altri. Oltre al menù squisitamente nostrano con pasta e fagioli, salsiccia di Sadurano, patate al forno e pere zuccherine al Sangiovese, tutto al modico prezzo di 20 euro, la serata si propone di riportare alla luce una dote assolutamente inedita e misconosciuta dello studioso forlivese: la vena compositiva. Gilberto Giorgetti, ricercatore, saggista e grande conoscitore della Romagna, ha infatti lasciato molti testi poetici prevalentemente dialettali.

Alcune di queste composizioni, musicate dai suoi amici musicisti e diventate anche canzoni di successo, saranno eseguite, al termine della cena dai vari Tina e Mario Neri, Claudio Molinari e Arnaldo Buscherini, Vanni Landi e Carlo Guidi. Per partecipare a “Ricordando Gilberto con Musica e Parole”, si può telefonare direttamente al Ristorante “In Fattoria” di Sadurano, allo 0543.767657, oppure al 333.3246592. Oppure rivolgersi a Giuseppina Masetti, la moglie di Gilberto, al 339.3661643.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento