menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Una grande piazza coperta": l'ex deposito delle corriere diventerà la Casa del contemporaneo

A renderlo noto è l'assessore alla cultura del Comune di Forlì, Valerio Melandri, che ha lavorato in sinergia con le associazioni e i soggetti coinvolti nel progetto di riqualificazione

Al via i lavori di messa in sicurezza statica e miglioria antisismica dell'ex deposito degli autobus Atr in Piazzetta Savonarola. Uno spazio che diventerà definitivamente "un luogo per la creatività contemporanea di respiro nazionale e internazionale dopo la sperimentazione di questi anni". A renderlo noto è l'assessore alla cultura del Comune di Forlì, Valerio Melandri, che ha lavorato in sinergia con le associazioni e i soggetti coinvolti nel progetto di riqualificazione per "restituire alla città un luogo dalle infinite potenzialità, che merita di essere recuperato, valorizzato e consegnato al mondo della cultura per farne uno spazio ideale per la produzione e la promozione di arte contemporanea dal vivo, oltre che laboratorio permanente di rigenerazione urbana, perfettamente collocato fra centro storico e stazione ferroviaria".

I lavori, sostenuti dalla Regione Emilia Romagna, sono parte di un percorso di rigenerazione urbana a trazione culturale che vede coinvolti l'amministrazione forlivese, l'attuale proprietario, Livia Tellus Holding e le associazioni co-finanziatrici che lo gestiscono: Città di Ebla e Spazi Indecisi. Aggiorna Melandri: "Mentre sono in esecuzione i lavori all'interno del deposito, le associazioni che hanno lo spazio in gestione hanno siglato un accordo con la proprietà e il Comune di Forlì per utilizzare un'importante parte del piazzale esterno, le cui attività proseguiranno nel 2021, con l'intenzione di ospitare eventi quali "Ibrida, Festival delle arti intermediali", I"percorpo, Festival internazionale delle arti da vivo", "Meet the docs! docufilm festival", il centro visite "In Loco,  museo diffuso dell'abbandono", il progetto sul quartiere Linee di Rigenerazione e altre iniziative pensate per il periodo estivo".

"Il luogo dunque - prosegue Melandri - sta allargando il suo raggio di azione grazie agli eventi legati alle arti contemporanee e sta favorendo la collaborazione fra le realtà che hanno fondato, su indicazione di questa amministrazione, un comitato di tutti i soggetti del contemporaneo a Forlì legati a eventi dal vivo denominato Forlì.Soglie. Ma non è tutto". Annuncia infatti l'assessorre: "Stiamo già lavorando in sinergia con gli uffici tecnici e le associazioni per gettare le basi di un successivo step dei lavori che renda l'ex deposito delle corriere una vera e propria "Casa del contemporaneo", dotato di una grande piazza coperta e di sale interne, oltre che spazi esterni, tale da renderlo a tutti gli effetti un luogo con i più alti standard europei legati alla produzione e distribuzione di arte contemporanea dal vivo, oltre che come sede di industrie culturali e creative, cioè di quelle realtà capaci di creare posti di lavoro legati al sistema dell'arte ed essere un dinamico centro culturale nel cuore della città".

ex-atr-deposito-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cercasi conduttore per un nuovo talk show di cultura e attualità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento