menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Unione dei Comuni del Forlivese, si discute della proposta

E' aperta la partita delle maxi-unione dei Comuni. A fare il punto della situazione è una nota della Provincia. Infatti, lunedì prossimo la Regione licenzierà una proposta di legge

E' aperta la partita delle maxi-unione dei Comuni. A fare il punto della situazione è una nota del presidente della Provincia Massimo Bulbi e del vice Guglielmo Russo. Infatti, lunedì prossimo l'Assemblea Legislativa dell'Emilia Romagna licenzierà una proposta di legge sul riordino territoriale che prevede anche l'istituzione di Unioni dei Comuni particolarmente forti, dal momento che gestiranno diversi servizi.

Ma sui loro confini non c'è accordo. Spiegano Bulbi e Russo: “Particolarmente rilevante è il fatto che la proposta di legge tiene conto della proposta che la Provincia di Forlì-Cesena, in accordo coi Comuni, ha formulato alla Vice Presidente, Simonetta Saliera e che chiede una definizione certa delle competenze da affidare alla Provincia riordinata e alle Unioni dei Comuni, prevedendo, oltre alle funzioni delegate dallo stato, la possibilità che anche la Regione rimetta, a sua volta, alle Province, la competenza su materie rilevanti come Agricoltura, Pianificazione Territoriale, Ambiente, Formazione, Lavoro, Centri per l'Impiego, Sistema Integrato di Protezione Civile, Flora e Fauna”.

In ogni caso si vedrà il prossimo anno: la Regione ha, comunque, già confermato che, per tutto il 2013, le competenze ora in essere resteranno in capo alle province, mentre avanzerà la discussione di merito sul riordino nel suo complesso. Quindi “l'orientamento dei sindaci forlivesi per l'Unione a 15 non significa, pertanto, il superamento della Provincia, ma rappresenta solo un'opzione resa necessaria dalle norme recentemente varate dal Governo che, non aboliscono, ma riordinano, le province e obbligano i comuni ad associare la gestione delle loro funzioni. Una volta pubblicata la nuova legge sul bollettino ufficiale della Regione - verosimilmente attorno al prossimo 20 dicembre - i Consigli Comunali, nella loro autonoma discussione potranno deliberare, entro i successivi 45 giorni, le proposte sulle Unioni Comunali”.


Sempre i due amministratori: “Si comprende bene che tale percorso è di grandissima importanza per il territorio e la sua rilevanza non si presta a facili scorciatoie, fughe in avanti o dichiarazioni emotive. La sfida per il territorio e le sue istituzioni è talmente importante che la Provincia, assieme ai Comuni, vi lavora con ragionamenti meditati e condivisi, grande attenzione e sensibilità istituzionale. Ne è prova anche l'incontro con tutti i sindaci del forlivese che terremo lunedì 17 dicembre per tutti gli utili approfondimenti necessari”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento