menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Unione dei Comuni, Zattini: "Il Comune di Forlì pronto a esercitare il diritto di recesso"

A renderlo noto è il sindaco Gian Luca Zattini che entra nel merito del provvedimento già adottato dalla Giunta e messo all'ordine del giorno del prossimo consiglio comunale

"Siamo pronti a portare in Consiglio comunale la proposta di delibera che prevede il recesso del Comune di Forlì dall'Unione dei Comuni della Romagna forlivese". A renderlo noto è il sindaco Gian Luca Zattini che entra nel merito del provvedimento già adottato dalla Giunta e messo all'ordine del giorno del prossimo consiglio comunale. "La delibera di recesso dall'Unione deve essere adottata entro il mese di aprile ed ha effetto a partire dal secondo anno successivo dall'adozione della medesima, ovvero dal 2022 - afferma Zattini -. Questo significa che non si tratta di un procedimento immediatamente esecutivo, ma di un percorso condiviso da esaurirsi nell'arco di un biennio".

Con questa ‘manovra’, saranno 4 i servizi che il Comune di Forlì si riprenderà in carico: lo “Sportello unico telematico delle attività produttive” i “Sistemi informatici e delle tecnologie dell'informazione”, la “Protezione Civile” e la “Polizia municipale e Polizia amministrativa locale”. "Non è certo una novità che questa Amministrazione avesse sposato l’idea di uscire dall’Unione - prosegue il primo cittadino -. Già in campagna elettorale avevo espresso la mia opinione su questo aspetto, ravvisando la necessità di affrontare in maniera concreta e tempestiva una situazione ‘stagnante’ che rischiava di compromettere, con ulteriori ricadute, l'efficacia e l'efficienza della macchina burocratica".

"Il fallimento dell'Unione non è un punto di vista opinabile; è un dato di fatto che si sposa con un sistema amministrativo ingessato, incapace di rispondere in maniera adeguata alle istanze dei propri cittadini e al principio di sussidiarietà verticale a cui ogni Comune deve rispondere. Per questo motivo - aggiunge Zattini - in questi mesi abbiamo ragionato sulle modalità di gestione in forma autonoma di quei servizi che sono ancora in capo all'Unione e abbiamo intrapreso il percorso di recesso da questa sclerotica tipologia di forma associativa. Ciò non significa che volteremo le spalle agli altri Comuni, soprattutto i più piccoli. Non mancheremo di spirito di solidarietà e collaborazione. Questa Amministrazione rimane disponibile a valutare la stipula di convenzioni con gli altri Comuni del territorio per lo svolgimento in modo coordinato di determinate funzioni e servizi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento