rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

La Senologia di Forlì compie dieci anni e fa festa l'8 marzo

erverranno il sindaco Davide Drei, il presidente della Commissione Sanità Paolo Zoffoli, il direttore generale dell'Ausl Romagna Marcello Tonini, il direttore scientifico dell'Irst Irccs Dino Amadori e Secondo Folli

L'Unità Operativa di Senologia di Forlì, diretta dal dottor Secondo Folli, compie dieci anni e festeggia con autorità, operatori e volontari, l'8 marzo alle 18, in Sala Pieratelli, all'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì. Interverranno il sindaco Davide Drei, il presidente della Commissione Sanità Paolo Zoffoli, il direttore generale dell'Ausl Romagna Marcello Tonini, il direttore scientifico dell'Irst Irccs Dino Amadori e Folli. All'appuntamento saranno presenti anche Paolo Masperi, direttore del presidio ospedaliero di Forlì, Fabio Falcini, direttore dell'Unità Operativa di Prevenzione Oncologica, Silvia Mambelli, direttore del servizio Infermieristico Ausl Romagna, Michele Gaudio, presidente dell'Ordine dei Medici - Chirurghi, Franco Gatta, presidente della Ipasvi Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, e le volontarie dello Ior.

L’Unità Operativa di Senologia si occupa del trattamento chirurgico della patologia mammaria benigna e maligna, con applicazione della tecnica radioguidata per la localizzazione delle lesioni non palpabili e per la ricerca del linfonodo sentinella. L’attività chirurgica comprende interventi di chirurgia oncologica demolitivi (conservativa e radicale), interventi per patologia malformativa, per patologia benigna e/o infiammatoria e per patologia mammaria maschile (ginecomastia e neoplasia). La collaborazione con la Chirurgia Plastica dell’Istituto Tumori di Milano consente di rivolgere particolare interesse alla chirurgia ricostruttiva mammaria post-mastectomia, al rimodellamento della mammella operata ed alla simmetrizzazione controlaterale dopo chirurgia conservativa. Tali attività si svolgono in regime di degenza ordinaria, day-hospital e ambulatoriale. Si eseguono inoltre interventi di chirurgia estetica (mastoplastica additiva, riduttiva e mastopessi) in regime di libera professione.

L’approccio diagnostico-terapeutico viene svolto nell’ambito di un percorso unico definito, dal punto di vista organizzativo, dal Gruppo Senologico multidisciplinare composto da oncologo, radiologo dedicato, chirurgo, medico nucleare, chirurgo plastico, fisiatra e fisioterapiste, anatomo-patologo, psico-oncologo, genetista, radioterapista, medico delle cure palliative e medico di base. Pertanto le scelte terapeutiche e le impostazioni dei piani di cura vengono discusse e condivise, nell’ambito di riunioni settimanali, garantendo così al paziente il miglior trattamento disponibile. Viene svolta regolare attività scientifica, con pubblicazioni, partecipazione a congressi, frequenza presso Istituti di comprovata leadership in Senologia. L’introduzione e la validazione nella pratica clinica di nuovi protocolli di trattamento ed il costante contributo ed interesse per l’aggiornamento scientifico garantiscono l’appropriatezza delle attività diagnostico-terapeutiche svolte. Inoltre è stato costituito un gruppo di lavoro che si occupa del posizionamento di cateteri venosi centrali ad inserimento periferico ecoguidato, la cui attività viene svolta in regime ambulatoriale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Senologia di Forlì compie dieci anni e fa festa l'8 marzo

ForlìToday è in caricamento