Università, borsa di studio anche per le attività sportive: si ampliano i beneficiari

Dal 2020/2021 le attività sportive diventano parte integrante dei servizi del diritto allo studio universitario

Si chiama Baps (Borsa in denaro + Alloggio gratuito + Prepagato ristorazione + Sport Cus) la borsa di studio ER.GO che, oltre all'alloggio gratuito e al prepagato ristorazione, comprende anche una quota di pre-pagato per l'attività sportiva presso le strutture dei Centri Universitari Sportivi (Cus).

Sperimentata per la prima volta a Modena nell’a.a. 2018/2019 e successivamente proposta, sempre in via sperimentale, anche a Bologna, dall’a.a. 2020/2021 si raggiungerà l’importante obiettivo di offrire l’opzione della borsa Baps a tutti gli assegnatari del servizio abitativo di ER.GO delle sedi di Bologna e Romagna (Cesena, Forlì e Rimini), Modena, Parma e Ferrara che ne faranno richiesta contestualmente alla domanda di conferma del posto alloggio.

In cosa consiste - La borsa di studio Baps include, oltre alla borsa in denaro e servizi abitativi e ristorativi gratuiti, anche una quota di prepagato per sport fissata in 300 euro, di cui il 50% a carico di ER.GO e 50% a carico dei CUS.

Come agevolazione ulteriore, ER.GO sostiene il costo della tessera annuale CUS obbligatoria per accedere agli impianti (fa eccezione UniMoRe dove tutti gli studenti ricevono la tessera Cus all’atto di iscrizione), e il costo della visita medica per attività sportiva non agonistica presso un centro medico convenzionato.

Come funziona - A partire dal prossimo mese di settembre gli studenti aventi diritto al BAPS potranno iscriversi ai corsi proposti dai CUS per la stagione sportiva a.a. 2020/2021. L’offerta dei corsi è a discrezione del Centro Universitario Sportivo, nel rispetto di tutte le eventuali disposizioni di sicurezza che verranno previste anche in materia di distanziamento sociale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La promozione dell’attività sportiva nell’ambito degli interventi per il diritto allo studio – afferma la Prof. Sara Rainieri presidente del Comitato Consultivo presso ER.GO, dove sono rappresentati tutti gli Atenei della Regione - acquisisce una particolare valenza per la valorizzazione della dimensione comunitaria della vita in studentato e costituisce un'ulteriore opportunità di scambio e integrazione, in un’accezione ampia di 'benessere'. Si afferma il valore formativo dello sport per le nostre studentesse ed i nostri studenti e anche questo vuole essere un segnale di ripartenza delle attività accademiche".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalla quaterna al terno: la Dea Bendata trova casa in Corso Garibaldi, nuova gioia col Lotto

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Incidente sulla Cervese, ci sono feriti: lunghe code di auto nel rientro dalla riviera

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Dove mangiare a Cesenatico? La top 5 dei ristoranti di pesce

  • Attraversa davanti all'Electrolux, gravissimo un lavoratore investito da un'auto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento