Medicina, l'Alma Mater va avanti nonostante Ferrara. Zattini: "Forlì è Bologna". Pinza: "No a interferenze"

“ll progetto sulla salute abbraccia tutta la Romagna e gli stiamo dando seguito, nel caso specifico di Forlì con la predisposizione della documentazione da mandare a Roma

“ll progetto sulla salute abbraccia tutta la Romagna e gli stiamo dando seguito, nel caso specifico di Forlì con la predisposizione della documentazione da mandare a Roma per l’istituzione del corso di laurea in Medicina e chirurgia, esattamente come avevamo detto, con partenza delle lezioni dall’anno accademico 2020-2021”: è l’annuncio del rettore dell’Alma Mater Francesco Ubertini, arrivato a Forlì per l’inaugurazione di diversi progetti dell’ateneo, tra cui il principale è il ‘Green office’ di palazzo Talenti-Framonti. Come è noto, dopo l’annuncio dell’Università di Bologna di insediare un corso di laurea in Medicina a Forlì e a Ravenna, con un centinaio di studenti l’anno per ciascuna delle due città, l’Università di Ferrara, guidata dal rettore Giorgio Zauli, ha reso noto di lavorare ad un medesimo progetto, sempre per Forlì, facendo così planare sulle scrivanie del Ministero dell’Istituzione la richiesta di un’altra sede distaccata di Medicina a Forlì, ma questa volta targata UniFe. Zauli, in una conferenza stampa, ha ribadito la sua disponibilità di lavorare ad un progetto comune con Bologna su Forlì. Ma contatti tra i due rettori non ci sono stati: “Non ho litigato con nessuno – aggiunge Ubertini – ma io seguo il progetto di Bologna, Ferrara risponderà per Ferrara e farà quello che vuole”.

VIDEO - Il sindaco: "Con Bologna, senza dubbi o ripensamenti
VIDEO - Il rettore: "Ateneo con un budget da 300 milioni in Romagna"
VIDEO - Nasce il Green office in piazza Saffi

Intanto per le istituzioni forlivesi il matrimonio con l’Alma Mater, che dura da trent’anni esatti, pare non sia in discussione. Nette le parole del sindaco di Forlì Gian Luca Zattini: “Forlì è Bologna. Noi siamo al servizio di un progetto, che vede una crescita che non si deve fermare. Vogliamo crescere in questo sogno. I nostri studenti universitari non sono ospiti, ma fratelli che vivono la città in tutte le sue sfaccettature”. Zattini, senza citare esplicitamente la proposta di Ferrara (alla cui presentazione era assente, ma rappresentato dal vicesindaco Daniele Mezzacapo) parla di scelta “senza alcun dubbio o ripensamento”

Grande finanziatore dell’insediamento universitario dell’ateneo bolognese  a Forlì è la Fondazione Cassa dei Risparmi, che ha consegnato il terzo piano di Palazzo Talenti Framonti, in piazza Saffi, raggiungibile dalle scale che attraversano Eataly, all’Università per realizzare il “Green office”. E per Roberto Pinza, presidente della Fondazione bancaria il rapporto non può che essere che con l’Alma Mater: “Università di Bologna Comune e Fondazione hanno dato prova di rapporti veloci e produttivi, che hanno migliorato la città, trasformandola da una città ‘normale’ ad una città ‘universitaria’, ma che col progetto multicampus ha rafforzato anche l’università di Bologna stessa”. Per Pinza “bisogna continuare così, senza incertezze e interferenze. Coi nuovi corsi è tempo di grandi scelte con i nuovi corsi di laurea in Medicina e l’Università di Bologna è il nostro interlocutore”. 

Green office in piazza Saffi, cos'è

Il rettore dell’Alma Mater Francesco Ubertini incassa  e sciorina i numeri dell’università in Romagna: “Un budget di circa 300 milioni di euro ogni anno, oltre 20mila studenti e 1.500 persone che vi lavorano. L’Alma Mater in Romagna è un’università medio grande secondo gli standard ufficiali”. Il rettore spiega quindi che si procederà col  ‘Progetto Salute’, che è un progetto e contemporaneamente un accordo politico tra tutti e 4 i capoluoghi romagnoli, "nel contesto di integrazione coi servizi sanitari dell’Ausl Romagna e del privato convenzionato. Con la determinazione degli ultimi 30 anni, vogliamo partire con il corso di laurea in Medicina a partire da settembre 2020”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nella nebbia parcheggia l'auto e si mette a dormire: ma contromano e nella corsia di sorpasso della Tangenziale

  • Continua il tour romagnolo della Dea Bendata: dopo i gratta e vinci ecco il colpo con la Lotteria Italia

  • Bel regalo di Natale in anticipo: gratta e vince una bella somma col 46 di Valentino Rossi

  • Maxi-studio su 30 anni di cancro in Romagna: quanto ci si ammala e quanto si sopravvive, tumore per tumore

  • Maltempo, le piogge concedono una tregua: superato il picco di piena del Montone

  • "Aggiungi un posto a tavola"? Nemmeno per idea. Scoppia la lite tra amici e finisce a testate

Torna su
ForlìToday è in caricamento