rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Università

Universitari fuori sede: in arrivo più di 150 posti letto per rispondere al boom di richieste degli ultimi anni

Sono due in particolare i percorsi condivisi con Serinar ed Ergo per l’individuazione in città di ulteriori 128 posti letto, da mettere immediatamente a disposizione del bacino universitario forlivese

La crescita della domanda di alloggi e posti letto per studenti universitari è stata al centro di un incontro svoltosi giovedì pomeriggio in Municipio a Forlì, tra il sindaco Gian Luca Zattini, l’assessore regionale all’università, Paola Salomoni, l’assessore Valerio Melandri, la direttrice di Ergo, Patrizia Mondin, il presidente del campus, Emanuele Menegatti, il direttore di Serinar, Fabrizio Abbondanza e il presidente Dario Maio. A differenza di altre città del perimetro romagnolo, come Ravenna, Rimini e Cesena, Forlì - che con l’arrivo della facoltà di Medicina ha ulteriormente arricchito la propria offerta di corsi di laurea - risulta essere molto più fertile sotto questo profilo, con margini di manovra importanti per rispondere in maniera concreta, con servizi e strutture di qualità e a prezzi calmierati, al boom dell’accoglienza universitaria.  

Sono due in particolare i percorsi condivisi con Serinar ed Ergo per l’individuazione in città di ulteriori 128 posti letto, da mettere immediatamente a disposizione del bacino universitario forlivese. "I primi 64 posti li abbiamo individuati nell’ex sede di Enav, un edificio a lungo rimasto chiuso e inutilizzato che, grazie a una virtuosa partnership con Ergo, il prossimo autunno destineremo ai tanti studenti fuori sede che frequentano il nostro campus - spiega il sindaco Zattini -. C’è poi una trattativa in corso, già a buon punto, per la riapertura dopo più di dieci anni dello studentato San Francesco in via Albicini, un tempo gestito da Serinar e composto da altri 64 posti letto. Oltre a questi 128 posti, Serinar sta lavorando a strategiche micro progettualità, da 10-15 posti ciascuna, per il raggiungimento di un bacino residenziale universitario di circa 150 posti, affiancati da servizi di qualità e strumentazioni all’avanguardia.”

L’attivismo del Comune di Forlì sul fronte universitario ha raccolto il plauso dell’assessore regionale Salomoni che, a margine dell’incontro di giovedì pomeriggio, ha espresso "grande soddisfazione e ammirazione per le azioni di incremento e messa a disposizione di nuovi alloggi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Universitari fuori sede: in arrivo più di 150 posti letto per rispondere al boom di richieste degli ultimi anni

ForlìToday è in caricamento