Gruppo di universitari giapponesi in visita a Bertinoro alla scoperta del turismo eco-sostenibile

Domenica, proveniente da un eductour che li ha condotti a Cesena, Sogliano, Cervia, Ravenna e Forlì alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche romagnole, un gruppo di 17 universitari giapponesi è giunto in visita al Balcone di Romagna.

Bertinoro volge lo sguardo al Sol Levante. Domenica un gruppo di 17 universitari giapponesi è giunto in visita al Balcone di Romagna. Provenienti da un eductour che li ha condotti a Cesena, Sogliano, Cervia, Ravenna e Forlì alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche locali, i giovani, tutti neo laureandi guidati da Hiroko Kudo, professore ordinario di public policy and management (diritto pubblico) alla Chuo University di Tokyo, sono stati condotti in visita alla Rocca Vescovile e al Museo Interreligioso, per poi essere accolti in piazza della Libertà dal vice sindaco con delega al Turismo Mirko Capuano, in rappresentanza del Comune di Bertinoro.

Dopo il consueto benvenuto agli ospiti, l’amministratore ha portato il gruppo ai piedi della Colonna dei dodici anelli, dove, dal lontano 1926, la prima domenica di settembre si tiene il singolare rito dell’Ospitalità. Ogni anello rappresentava una famiglia nobile di Bertinoro: quando il forestiero giungeva in paese, era subito invitato ad essere ospite della casa cui apparteneva l'anello al quale il cavaliere aveva legato il proprio destriero. Rivivendo il Rito dell’Ospitalità in via del tutto eccezionale, quattro giovani giapponesi, estratti a sorte dal gruppo dei 17, sono stati accolti a pranzo da altrettante famiglie del Colle. Il resto del gruppo è stato condotto nella vicina Ca’ de Bé per gustare il pranzo domenicale, rigorosamente a base di prodotti del territorio romagnolo.

Fra i commensali era presente anche Fausto Faggioli, presidente di European Accademy for Rural Territorial Hospitality e co-promotore del viaggio degli studenti. L’imprenditore cusercolese, impegnato da anni nella promozione del turismo eco-sostenibile in Romagna, ha precisato l’importanza di simili iniziative, finalizzate a far conoscere la governance pubblico-privato realizzata in Romagna, nell’ambito di una collaborazione intrapresa con le Università giapponesi da almeno un ventennio.

"La visita-studio - ha precisato Faggioli - è una modalità d’incontro che privilegia il rapporto diretto con gli imprenditori e le amministrazioni. La conoscenza porta alla collaborazione e confido nella possibilità di scambio di esperienze e di buone pratiche per lo sviluppo economico della Romagna. I temi dello sviluppo sostenibile del mondo rurale, dei Borghi Autentici e delle Comunità Ospitali avranno un ruolo sempre maggiore nelle politiche formative, anche perché sono molti gli aspetti dei piccoli borghi che un paese come il Giappone può condividere con l’area forlivese". La visita dei giovani giapponesi a Bertinoro si è conclusa in una cantina locale, sul presupposto che le imprese vitivinicole appaiono sempre più elementi costitutivi del tessuto biologico-produttivo della Romagna. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La triste fine di una grande azienda del forlivese: dichiarato il fallimento dopo oltre 50 anni

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Storica gioielleria chiude dopo 73 anni, tre generazioni si sono susseguite dietro al banco

  • Sfilata in intimo contro i pregiudizi: in Piazza Duomo a Milano anche la forlivese Giulia Gambini

  • Festa di compleanno al ristorante con rissa finale e tavoli ribaltati tra due invitati

  • Terzo lotto della Tangenziale, partita la procedura per i 70 espropri di pubblica utilità

Torna su
ForlìToday è in caricamento