Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Vaccini anticovid, il direttore di Malattie Infettive Cristini al TgR: "Terza dose? Una questione che dovrà essere approfondita"

Grazie alla campagna vaccinale sono sensibilmente diminuti i ricoveri in Emilia Romagna e l'unico degente positivo al "Morgagni-Pierantoni" non era stato sottoposto a vaccinazione

Il dottor Francesco Cristini, direttore dell'Unità Operativa di Malattie infettive di Forli e Cesena, è stato intervistato dal giornalista Samuele Amadori per un servizio trasmesso dal TgR dell'Emilia Romagna. Tra le tematiche trattate quella della campagna vaccinale: "Gli anticorpi nel sangue contro il covid si possono misurare - ha dichiarato il dottore -. E' evidente che nel tempo il titolo anticorpale, ossia la quantità di anticorpi nel sangue, cali. Ma è altrettanto vero che altri studi hanno evidenziato che in realtà l'immunità possa durare oltre il titolo anticorpale presente nel sangue in quanto sono presenti cellule immunitarie, i linfocidi della memoria, che permettono di reagire al virus anche quanto il livello di anticorpi è basso".

Grazie alla campagna vaccinale sono sensibilmente diminuti i ricoveri in Emilia Romagna e l'unico degente positivo al "Morgagni-Pierantoni" non era stato sottoposto a vaccinazione. Mentre proseguono le somministrazioni di prime e seconde dosi, Cristini guarda anche al futuro e all'eventuale inoculazione di una terza dose: "E' atteso che l'immunità cellulare possa svanire, per tanto una volta che sarà raggiunta un'ottima copertura vaccinale la questione della terza somministrazione dovrà essere approfondita".  Nella edizione serale delle 19,30 del Tg3, invece, andrà in onda l'intervista al professor Vittorio Sambri, direttore dell'Unità di Microbiologia dell'Ausl Romagna a Pievesestina di Cesena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini anticovid, il direttore di Malattie Infettive Cristini al TgR: "Terza dose? Una questione che dovrà essere approfondita"

ForlìToday è in caricamento