Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Lotta al covid in Emilia Romagna, Bonaccini: "Anche un milione di vaccini al mese, ma dipende dalle dosi in arrivo"

Il governatore dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, svela il programma vaccinale anti-Covid dell'Emilia-Romagna per quanto riguarda le prossime fasi della campagna

Potenzialmente "possiamo superare persino al milione di vaccini al mese", ma tutto dipendera' da quanti vaccini arriveranno. In ogni caso, l'Emilia-Romagna "e' pronta ad ogni evenienza". Il governatore dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, svela il programma vaccinale anti-Covid dell'Emilia-Romagna per quanto riguarda le prossime fasi della campagna. Ma si guarda bene dal fare "promesse" in larga parte legate alle dosi in arrivo. Il primo step e' il mezzo milione di vaccinati entro fine febbraio-inizio di marzo, con la conclusione della prima fase.

"Abbiamo un sistema sanitario che e' in grado di arrivare a 45.000 vaccinati al giorno - afferma Bonaccini (con lui l'assessore regionale alla Sanita' Raffaele Donini) - questo significa che entro l'estate saremmo in grado di vaccinare tutti quanti, se le dosi ci fossero, ma bisogna evitare di illudere la popolazione". Anche se, aggiunge durante la conferenza stampa, "pare che i ritardi accumulati sulle forniture cominciano ad essere ridotti". Insomma, per il presidente "c'e' una luce in fondo al tunnel che nei prossimi mesi cominceremo ad avvicinare". Proprio le incertezze sulle forniture Pfizer, Moderna e Astrazeneca hanno indotto l'Emilia-Romagna ad abbozzare un "piano flessibile", come lo definisce ancora il presidente, "che dimostra che saremo in grado di reggere l'urto delle dosi che arriveranno".

Oggi, sottolinea ancora Bonaccini, siamo ancora nella fase della preoccupazione, un po' i contagi stanno ricominciando ad aumentare, c'e' il tema delle varianti, ma a marzo avremo oltre un mezzo milione di persone vaccinale, tra cui il personale sanitario e gli ultra ottantenni. Il rischio di contagi, ricoveri e decessi comincera' a diminuire parecchio". Questo, sottolinea il governatore, potra' anche mettere al riparo "dal rischio di restrizioni" le attivita' economiche oggi alle prese con le limitazioni previste dalle diverse fasce di colore. Ma "non dipende tutto da noi, ma da chi ha firmato i contratti, farci arrivare le dosi". A questo proposito, "spero si insedi prima possibile il nuovo Governo", sottolinea ancora Bonaccini. (fonte Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al covid in Emilia Romagna, Bonaccini: "Anche un milione di vaccini al mese, ma dipende dalle dosi in arrivo"

ForlìToday è in caricamento