Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Nella basilica di San Mercuriale la veglia di preghiera per gli innamorati di tutte le età

Promossa dal Centro diocesano per la Pastorale della Famiglia, in collaborazione con l’Ufficio per la Pastorale Giovanile, è pensata come momento di riflessione sulla relazione di coppia, vissuta a partire dal contesto familiare

Sarà il vescovo di Forlì-Bertinoro mons. Livio Corazza a presiedere domenica, alle 17, nella basilica forlivese di San Mercuriale, la Veglia degli Innamorati, intitolata “Il pane per la vita”. Promossa dal Centro diocesano per la Pastorale della Famiglia, in collaborazione con l’Ufficio per la Pastorale Giovanile, è pensata come momento di riflessione sulla relazione di coppia, vissuta a partire dal contesto familiare. “L'idea di una veglia degli innamorati – dichiara Gabriella Pivi della Commissione Famiglie – è nata alcuni anni fa dal desiderio di vivere un momento di preghiera e incontro insieme al nostro vescovo Livio, non solo per sposi e fidanzati, ma per tutte le coppie «in cammino» che vogliano approfondire il significato e la bellezza dei gesti quotidiani”.

“In famiglia - si legge nel libretto che sarà distribuito ai partecipanti - ci sono tre parole chiave da custodire sempre: permesso, grazie, scusa”. Sono i tre capisaldi “familiari” tanto cari a papa Francesco sin dagli albori del suo pontificato e ribaditi anche di recente all’Angelus della Festa della Sacra Famiglia (27 dicembre). Nel testo, le tre parole del papa sono state coniugate con le quattro P, le priorità dettate dal vescovo Livio: Parola, Pane eucaristico, Condivisione, Popolo. "L’amore - dirà la guida in avvio della preghiera, che sarà trasmessa anche in diretta streaming sul canale Youtube della Diocesi - sempre rigenera i rapporti aprendo orizzonti di speranza. In famiglia si può sperimentare una comunione sincera quando essa è casa di preghiera, quando gli affetti sono seri, profondi e puri, quando il perdono prevale sulle discordie, quando l’asprezza quotidiana del vivere viene addolcita dalla tenerezza reciproca e dalla serena adesione alla volontà di Dio. Al tempo stesso, la famiglia trova l’energia spirituale di aprirsi all’esterno, agli altri, al servizio dei fratelli, alla collaborazione per la costruzione di un mondo sempre nuovo e migliore, capace, perciò, di farsi portatrice di stimoli positivi”. Il programma della Veglia prevede anche alcune testimonianze di vita e amore familiare.

Le testimonianze

“Ci siamo sposati il 29 agosto 2020 - diranno Daniele e Gloria . ed entrambi possiamo dire di essere nati due volte: la prima è nella data scritta nei nostri documenti, mentre la seconda è il giorno in cui abbiamo celebrato il matrimonio”. La cosa più importante sperimentata dalla coppia, è il fatto di essersi sposati in tre: “Noi due e Gesù. Siamo diventanti la sposa di Cristo! Siccome il termine sposa è singolare, noi due siamo una cosa sola, una carne sola”. Se Elena e Andrea racconteranno l’importanza della Parola nella propria famiglia, “la pietra che sta alla base della nostra relazione come coniugi e come genitori e che ci è stata fatta conoscere dalle nostre famiglie di origine”, Lorenza e Davidei quali testimonieranno l'irrompere decisivo della preghiera nella loro vita relazione con tante famiglie. “Un anno fa stavamo organizzando una festa con più di 30 famiglie coinvolte. Poi è scoppiata la pandemia ed è saltato tutto”.

Chiusi in casa, ai due viene in mente di proporre alle famiglie la recita di una “decina” del rosario, tutte le sere attraverso una videochiamata. È nato un piccolo popolo, che in un momento fisso della giornata pregava assieme: “Pochi istanti, in cui la tenerezza di Maria entrava nelle nostre case e ci riempiva il cuore, oltre ogni nostra fatica o limite”. Finito il primo lockdown, la preghiera comunitaria è continuata “online” tutti i lunedì sera. Al termine della veglia, i giovani del Msac (Movimento studenti di Azione Cattolica) venderanno delle piantine all’uscita dalla chiesa, come autofinanziamento per le loro attività.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nella basilica di San Mercuriale la veglia di preghiera per gli innamorati di tutte le età

ForlìToday è in caricamento