rotate-mobile
Cronaca

A San Pellegrino una veglia per i migranti vittime del naufragio e per i lavoratori

L'appuntamento è per lunedì alle 20.45 nella chiesa di San Pellegrino, dove già era in programma la veglia diocesana di preghiera per i lavoratori

La Caritas diocesana, il Servizio Migrantes e il Centro di pastorale sociale e del lavoro esprimono "profondo cordoglio per le numerose vittime dei naufragi che si sono recentemente verificate, senza dimenticare quelle già accadute e quelle delle quali non vi è stata notizia. Respingiamo ogni tentativo di criminalizzare o strumentalizzare coloro che scappano dalla fame e da violenze tremende in cerca di riparo presso l’Italia e l’Europa".

"Queste migrazioni di massa che spesso si concludono tragicamente nel Mediterraneo, sono originate da guerre e persecuzioni operate da gruppi armati di varie tipologie - evidenziano -. Non possiamo ignorare le vere cause di questi eventi: sono infatti la povertà e l’ignoranza a costituire il retroterra dal quale si originano milizie estremiste ed instabilità geopolitica. In breve, l’assenza di lavoro e la povertà così generata, sono alla base delle violenze che uccidono direttamente in Africa e Medio Oriente o indirettamente nel Mare Mediterraneo".

"Ci ritroveremo perciò per riflettere sulla tragedia della mancanza del lavoro in Italia e nel mondo e per commemorare le molte vittime dei naufragi che avvengono alle porte del nostro paese, in particolare per le 750 vittime del naufragio al largo della Libia, lunedì alle 20.45 nella chiesa di San Pellegrino, dove già era in programma la veglia diocesana di preghiera per i lavoratori che sarà presieduta dal vescovo, monsohmpr Lino Pizzi", concludono.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A San Pellegrino una veglia per i migranti vittime del naufragio e per i lavoratori

ForlìToday è in caricamento