menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sperimentazione riuscita, Bertinoro rende stabili i 'Velo ok'. Aggiunte due nuove postazioni

Due nuove postazioni in più rispetto alle 8 già esistenti nel comune di Bertinoro: è la decisione presa dal sindaco Gabriele Fratto, ottenuti i dati sulla sperimentazione del 'Velo ok'

Due nuove postazioni in più rispetto alle 8 già esistenti nel comune di Bertinoro: è la decisione presa dal sindaco Gabriele Fratto, ottenuti i dati sulla sperimentazione del 'Velo ok'. Questo, però, non significherà aggiungere altre due colonnine arancioni sulle strade del territorio. Il Comune, infatti, ha acquisito solo due basi per il fissaggio a terra, mentre le colonnine arriveranno a rotazione dalle altre postazioni. A loro volta, come è noto, le colonnine in sè rappresentano solo dei dissuasori, in quanto possono funzionare in fase sanzionatoria solo se all'interno viene posto un autovelox mobile e la multa viene contestata in modo immediato, a valle dell'apparecchio. 

Le due nuove postazioni arrivano a Panighina, in via Consolare all'altezza del supermercato Conad, con la possibilità di rilevare gli eccessi di velocità e multare in entrambi i sensi di marcia, e in via Colombarone, a Bertinoro centro, all'altezza delle scuole medie, anche in questo caso col medesimo funzionamento. Bertinoro ha sperimentato il 'Velo ok' per circa un anno. Le prime installazioni sono avvenute a Ospedaletto, dove i residenti lamentavano l'eccessiva velocità delle auto in transito su via Cellaimo. "Non era un progetto del programma di mandato, ma visto le richieste pressanti dei comitati dei cittadini, lo abbiamo ssostenuto come se lo fosse, cercando prima di attuarlo tramite Unione dei Comuni e poi, non riuscendoci, facendo da soli. Il gradimento dei cittadini serviti dai dissuasori è alto, ma non intendiamo aumentarne il numero, quanto invece modificare periodicamente la presenza delle colonnine così da evitare l'essuefazione, che porterebbe a ridurre gli effetti positivi", spiega Fratto.

L'aggiornamento del progetto arriva con la scelta del Comune di riscattare le apparecchiature fornite da "Noi sicuri", oltre che acquistare le nuove basi, con un investimento di circa 15mila euro che di fatto fanno passare la presenza dei 'Velo ok' sulle strade di Bertinoro, Fratta, Ospedaletto e Santa Maria Nuova, da sperimentale a definitiva. "Non è un provvedimento con cui si fa 'cassa' - conclude il sindaco Fratto -, le strade presidiate sono provinciali e quindi il Comune guadagna dalle sanzioni solo in parte, è invece uno strumento che si è rivelato efficace in base ai diati ottenuti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento