Vernice, tocca alla "Fabbrica dei Sogni”: tre artisti romagnoli colorano le nostre fantasie

L’attenzione è posta su due eventi: La Fabbrica dei Sogni e Buongiorno Europa, concorso riservato agli studenti di scuole elementari e medie della Romagna

Prosegue sabato, dalle 10 alle 19.30 al quartiere fieristico di via Punta di Ferro a Forlì, la 16ª edizione di “Vernice Art Fair”, la rassegna organizzata da Romagna Fiere che rende l’arte accessibile a tutti. E’ proprio su questo concetto che si fonda uno dei tanti eventi collaterali che impreziosiscono la mostra-mercato nella quale quasi 500 artisti propongono direttamente al pubblico di appassionati e ai collezionisti, le proprie opere. Si intitola “La Fabbrica dei Sogni” il progetto ospitato a “Vernice” che vedrà protagonisti tre artisti accomunati da un preciso messaggio artistico e poetico: il forlivese Massimo Sansavini, il bresciano Luca Dall’Olio e il faentino Giancarlo Montuschi. Tre Artisti-Poeti, di formazione diversa, di origini diverse, ma uniti da una fonte di ispirazione comune, da un modus operandi similare, da una poetica legata alla dimensione del Sogno, della Fantasia. Ognuno con un linguaggio artistico ben caratteristico e ben riconoscibile per marcata cifra stilistica, affrontano con fare giocoso e fantastico le proprie tematiche. Nell’esposizione allestita in fiera le loro opere seducono il visitatore con metafisiche atmosfere e scenari mutuati spesso dal mondo del Mito. La Fabbrica dei Sogni ci fa fuggire per qualche attimo dalla routine del quotidiano, dalle amarezze del vissuto e ci porta in un’altra dimensione, dove torniamo bambini e abbiamo tutta la vita per sognare e coltivare grandi speranze.

L’intento, come spiega Massimo Sansavini, è «didattico», ossia «avvicinare all’arte attraverso il colore, il gioco e la fantasia, le fasce più giovani della popolazione, a partire proprio dai ragazzi che attraverso questi linguaggi possono essere educati alla bellezza e al pensiero». 

C’è chi persegue l’obuiettivo usando una matrice Pop che risulta più evidente nell’opera proprio di  Massimo Sansavini; artista non catalogabile semplicemente come pittore o sculture, Il quale si avvale dell'assemblaggio di elementi lignei esaltando la componente pittorica del suo fare con l'utilizzo di colori accesi. L’opera di Sansavini è popolata da immagini mitiche, da figure archetipiche che strutturano un racconto immaginario. Le opzioni cromatiche, seducono lo spettatore e lo coinvolgono in metafìsiche atmosfere, in spazi senza tempo. 

Il forlivese è presente a “Vernice Art Fair” pur in un momento di grande impegno che lo ha portato martedì scorso ad essere ospite della trasmissione televisiva “Geo&Geo” condotta da Sveva Sagramola nella quale ha illustrato i contenuti della mostra “Touroperator” attualmente visitabile alla Biblioteca Classense di Ravenna e, dal 18 aprile, alla Fondazione Tito Balestra di Longiano. Si tratta di un progetto unico teso a veicolare un messaggio di tolleranza e integrazione. Sansavini, infatti, ha realizzato le sue opere utilizzando gli scafi recuperati nel cimitero delle barche di Lampedusa e la mostra è stata ospitata anche nella sede del Parlamento Europeo a Bruxelles.

Luca Dall’Olio è un pittore–viaggiatore  che usa come mezzo principale di espressione la pittura ad olio, includendo però serigrafia, scultura, e fotografia. Dall’Olio, artista di stampo surrealista, ha saputo mantenere vivo dentro di sé lo stupore e la giocosità del mondo dell’infanzia. Pittore di sogni, raffigura personaggi volutamente privi di profondità su uno sfondo delineato da pennellate nette che creano un’atmosfera onirica.

In Giancarlo Montuschi, si percepisce il contatto diretto con la Pop Art e il legame con la ceramica di Faenza, città che gli ha dato i natali. Della ceramica nel suo lavoro trapela la nostalgia del colore per il tipo di impasto e per le tonalità timbriche. La pittura lo conquista e il mondo delle favole, dei bestiari medievali, lo affascina a tal punto da ricreare lui stesso un suo bestiario personalissimo orchestrato in un palcoscenico carico di squillanti cromie. Montuschi con il suo fare apparentemente giocoso, ci fa riflettere sulla frenesia del nostro mondo.

Se “La Fabbrica dei Sogni” parla ai giovani, “Buongiorno Europa” li vede protagonisti attivi. Non giovani, ma giovanissimi artisti delle scuole primarie e secondarie di primo grado che anche quest’anno sono stati gli autori dei disegni esposti in fiera e partecipanti al concorso organizzato dall’associazione culturale Menocchio in collaborazione con lo studio Graffio3 e con il patrocinio dell’Assessorato alle politiche Educative del Comune di Cervia e dell’Ufficio Scolastico Regionale.  Gli alunni di Forlì, Cesena, Ravenna e Cervia, sono stati coinvolti da Claudio Irmi, Giampiero Maldini e Luciano Medri in un progetto che anche in questa 16ª edizione si è aperto a una dimensione internazionale coinvolgendo istituti scolastici da Francia (La Baule e Lachassagne), Polonia (Jelenia Gòra) e Germania (Aalen) già presenti alla scorsa edizione. In più, quest’anno, anche studenti dalla Serbia.

I disegni proposti dai giovani si sono incentrati sul tema dell’Europa. Dal 1957 ad oggi, sono 28 gli Stati che hanno aderito alla Unione Europea. Ogni Nazione custodisce la propria storia, le tradizioni e i personaggi che le hanno dato lustro. Guardando ad un futuro che garantisca stabilità e sviluppo economico e sociale dell’UE, la conoscenza e la valorizzazione della propria storia assume un ulteriore valore da condividere con gli altri cittadini dell’Unione. L’obiettivo, quindi, è stato quello di stimolare la creatività degli alunni che con riferimenti alla storia del proprio Paese e guardando al loro futuro di cittadini della UE. Gli elaborati dovevano contenere un elemento o un personaggio rappresentativo della loro nazione che contribuisca a rinsaldare il legame esistente. La giuria sta valutando tutto il materiale pervenuto e domani alle 16.15 verranno assegnati i premi consistenti in buoni acquisto per materiale didattico.

ORARIO DI APERTURA: venerdì 16 dalle 16.30 alle 19.30; sabato 17 e domenica 18 dalle 10.00 alle 19.30.
COSTO INGRESSO: biglietto intero 8 euro; ridotto* 6 euro; gratis i bambini sino ai 12 anni di età.
*riduzione valida per over 65, militari, disabili, invalidi, con coupon scaricabile da www.verniceartfair.it.
 

Potrebbe interessarti

  • Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

  • 7 cose da fare in casa prima di partire per le vacanze: tu le hai fatte?

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

I più letti della settimana

  • Arriva al pronto soccorso e muore in poche ore, ucciso da una meningite fulminante

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

  • Dipendente comunale ucciso dalla meningite fulminante, profilassi anche in alcuni uffici municipali

  • Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

Torna su
ForlìToday è in caricamento