"Via i crocifissi dagli uffici", bufera sulla richiesta del sindacalista. Il Sap: "Valuteremo provvedimenti"

Stefano Paoloni, segretario del Sindacato autonomi di Polizia: "E' stata un'iniziativa personale, non condivisa. Valuteremo se sarà opportuno prendere dei provvedimenti"

"E' stata un'iniziativa personale, non condivisa. Valuteremo se sarà opportuno prendere dei provvedimenti". Stefano Paoloni, segretario del Sap, spiega all'Adnkronos la posizione del sindacato autonomo di polizia sulla vicenda che ha visto protagonista un delegato della Stradale di Forlì che ha chiesto di rimuovere il crocifisso dalla sede locale per rispetto delle altre confessioni religiose.

"In forza dei principi di uguaglianza di tutti i cittadini senza distinzione di religione e di uguale libertà di tutte le confessioni religiose davanti alla legge, l'atteggiamento dello Stato, e quindi della nostra amministrazione, non può che essere di equidistanza e imparzialità nei confronti di queste ultime - si legge nella lettera indirizzata alla dirigente della sezione Polizia stradale di Forlì a firma del vicesegretario provinciale Sup Spartaco Ulrico Collinelli - Chiediamo la rimozione di un simbolo religioso posto nella sala operativa della locale sezione di Polizia stradale recentemente rimodernata dove lavorano parecchi operatori, con l'innegabile diritto a convinzioni religiose proprie e diverse. Non ha nessuna ragione di essere esposto un simbolo di una singola professione religiosa, più o meno diffusa che sia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Immediatamente ho scritto una nota al dirigente di quell'ufficio manifestando l'intenzione di regalare un crocifisso al reparto in occasione della prossima Pasqua - dice Paoloni - C'è libertà di professione e il nostro Paese tra i principi costituzionali fa riferimento alla religione cattolica. Comunque è un'iniziativa che non ha significato e non è pertinente con l'azione sindacale", ribadisce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tuffo in mare si trasforma in tragedia: giovane muore sotto gli occhi degli amici

  • Viene da Malta, ufficializzata la prima compagnia aerea con un aereo con base al "Ridolfi"

  • Coronavirus, tre nuovi tamponi positivi. Un'infermiera colpita per la seconda volta dal virus

  • Pauroso schianto all'incrocio sulla via Emilia, un'auto si ribalta: due feriti

  • Apre un nuovo bar-ristorantino a due passi dal Duomo: "Scommetto sul centro, è l'ora del coraggio"

  • Il prof Carlo Flamigni se ne è andato via con una sua poesia sulla morte

Torna su
ForlìToday è in caricamento